Gianluca Grignani Musica

Gianluca Grignani INCANTA l’ESTATE di San Venanzo – Recensione


Emlun Banner

Recensione e Video del concerto di Gianluca Grignani ospite della decima edizione di INCANTO D’ESTATE a SAN VENANZO (TR) – Sabato 15 Luglio 2017

“Scusate se non ho fatto Fabbrica e La mia storia ma sono uno stronzo… Tra poco riprenderò il tour elettrico con la band ma questi live acustici in giro per l’Italia li farò per sempre. Perché amo il contatto con la gente e solo così mi sento vivo. GRAZIE.” 

Gianluca, “scusami” se non ho recensito il tuo concerto istantaneamente, seguendo un copione.
Ma anch’io, come te, sono uno stronzo.
Non amo fare le cose che devono essere fatte secondo il sistema che le impone.
Adoro fare solo ciò che SENTO.
E poi… le emozioni, quelle vere, non hanno tempo!

San Venanzo è bella davvero, location ideale per ascoltarti sotto le stelle.

Dopo aver degustato i ravioli con il tartufo di Monte Peglia con torta e cinghiale a seguire, mi sono incamminato verso la tua musica con in mano l’ultimo bicchiere di vino.
Con me avevo un vecchio magazine di fil rouge, quello che contiene la nostra intervista.
Te lo volevo consegnare, come accade ormai da anni.
Ma tu hai cominciato il concerto con IL CIELO SOPRA IL 2000 e m’hai fregato ancora.

Ipnotizzato, come chi si ferma per fotografare l’attimo che fugge.
Canalizzato, come chi ritrova la strada perduta.
E in questo INCANTO D’ESTATE “vedo intorno tanta gente che con me non c’entra niente…”
“Non mi sembra di esagerare” quando affermo che in pochi hanno capito il secondo tempo del “il mio peggior nemico”.
Già, molti si limitano ad ascoltarti e giudicarti ma sono rare le anime che riescono a godere nel sentirti così, SINCERO E LEGGERO.

La colpa forse è del tuo immenso talento che riflette il tormento di chi non ce l’ha fatta mai a specchiarsi dentro, a spiccare il volo.

Perciò, “sarò strano, forse un pazzo” ma ho bisogno d’amore anch’io…
Ed è un ricordo che m’hai riacceso tu interpretando CAMMINA BAMBINA.
Dettagli che hanno preso forma in BABY REVOLUTION e si son fermati lì, nell’unico esemplare femminile che vorrei al mio fianco, quello descritto in UNA DONNA COSÌ.

Poi hai cambiato strada in SOLO CIELO ed hai trovato L’ALLUCINAZIONE con L’AIUOLA.

Lì il pubblico si è fatto sentire di più e la tua reazione m’ha fatto venire in mente quella di Rino Gaetano quando portò Gianna a Sanremo (a proposito, non c’entra nulla, bellissima la tua versione di AIDA, complimenti davvero!)

Il concerto è proseguito sulle note di ROKSTAR, abbracciando il cuore di una MADRE e le sensazioni di libertà insite in CAMMINA NEL SOLE.

Nel gran finale non poteva mancare un piccolo tributo a Lucio Battisti con NON È FRANCESCA.

E poi, che te lo dico a fare?

DESTINAZIONE PARADISO è il viaggio più bello che abbia mai immaginato, quello che m’ha fatto innamorare della vita.
Ogni volta che te la sento cantare mi viene naturale chiudere gli occhi e camminare mano nella mano con l’anima, in riva al mare, davanti ad un falò con vecchi e nuovi amici e le stelle che fanno da cornice…

PRIMO VIAGGIO SU MARTE m’ha fatto proseguire l’itinerario verso quello spazio che ho dentro, fragilità che sono definitivamente esplose in SOGNI INFRANTI, quando hai scelto di chiudere il concerto.

Ed ora? Le mie emozioni sono lì, sono qui, e proseguiranno il volo con l’altra metà del falco, oltre i confini del cielo, sfiorando certi orizzonti che, a guardarli bene, non sono neanche troppo lontani.

Grazie.

È stato un onore esserci.

Gianluca Grignani - Acoustic Tour 2017 - San Venanzo TR - 15 luglio

Ritorna a Concerti in Umbria 2017

Concerti in Umbria

SEGNALA NUOVI CONCERTI IN UMBRIA

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto (richiesto)

Il tuo messaggio (richiesto)

captcha