Buon Natale con Frate Indovino

0
73

Assisi, martedì 20 dicembre 2011 – Questa mattina, alle ore 11.30 presso il M.U.M.A. (Museo Missionario Indios Frati Cappuccini dell’ Umbria in Amazzonia) di Assisi, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2011 della trasmissione televisiva “Buon Natale con Frate Indovino”, alla presenza del Sindaco della Città di Assisi Claudio Ricci, del Ministro Provinciale dei Frati Cappuccini dell’Umbria Frate Antonio Maria Tofanelli, del presentatore Massimo Giletti e del regista Giovanni Caccamo.

Per il terzo anno consecutivo, infatti, il Teatro Lyrick del Comune di Assisi ospita la registrazione del programma televisivo “Buon Natale con Frate Indovino”, prodotto dalla Ballandi Entertainment S.p.a. per Rai1, per la regia di Giovanni Caccamo, la conduzione di Massimo Giletti con l’ausilio di Frate Antonio Tofanelli e il contributo musicale del Maestro Leonardo De Amicis. Quest’anno partecipano come ospiti Roberto Vecchioni, gli Zero Assoluto, gli Stadio, Orietta Berti, Rosalia Misseri, Emanuela Aureli, i bambini di “Ti lascio una canzone”, il cuoco Cesare Marretti e la giornalista scientifica Silvia Rosa Brusin. La registrazione di “Buon Natale con Frate Indovino” è prevista per domani sera, mercoledì 21 dicembre, mentre la trasmissione televisiva andrà in onda si Rai1 sabato 24 dicembre alle ore 14.00.

Il programma televisivo celebra l’attualità dell’almanacco di Frate Indovino, che ancora oggi viene stampato in 6 milioni di copie, ma coglie anche l’occasione di illustrare le opere dei Frati Minori Cappuccini dell’Umbria compiute in Italia e nel mondo grazie anche al contributo dei benefattori del calendario.

“La Chiesa, attraverso la sua gerarchia, sollecita anche ad essere più presenti nei vari meandri della società e in tutti i territori percorsi dall’uomo, spiega Frate Antonio Maria Tofanelli; pertanto non si disdegna anche l’utilizzo del mezzo televisivo, avvalendosi di professionisti che garantiscono la massima qualità durante le feste natalizie”.

“In questo clima di sbornia tecnologica, il Calendario di Frate Indovino rappresenta una certezza in termini di funzionalità dell’editing, “sottolinea il Sindaco Ricci”. Da sempre, aggiunge, i Frati Minori Cappuccini comunicano tramite l’esempio, fornendo delle risposte concrete alle problematiche della società e oggi, conclude è quanto mai fondamentale visto il momento storico”.

“Sono felice di condurre un programma che testimonia il valore del francescanesimo”, dichiara il conduttore Massimo Giletti, “tanto più nella città che diede i Natali al Serafico Francesco e affiancato da Frate Antonio Maria che favorisce con la testimonianza diretta, la conoscenza di tante opere sociali e caritative dei Cappuccini”.

In conclusione il regista Giovanni Caccamo ha annunciato una sorpresa durante lo spettacolo, promettendo di creare un’atmosfera capace di farci sembrare avvolti dal “sistema stellare”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.