San Rocco vince il Palio 2014 Umbria News

Il rione San Rocco vince la 52° edizione del Palio de San Michele!


Intestazione Palio de San Michele

Palio de San Michele 2014

Bastia Umbra (PG)

18 – 29 settembre 2014

Il rione San Rocco vince la 52° edizione del Palio de San Michele!

Degli Esposti con il testimone prima del traguardoLizza indescrivibile ed impronosticabile. Vince San Rocco per la squalifica di Sant’Angelo che, dopo 35 anni di piazzamenti, ha sfiorato l’impresa della vittoria. I verdi, capitanati da Cristina Bagnetti, prevalgono anche nella sfilata ed è soprattutto grazie a quest’affermazione che ottengono la vittoria del 52° Palio de San Michele. Luca Sargenti di Portella si aggiudica il premio Monica Petrini come miglior attore della kermesse. Il rione blu festeggia anche la prima edizione del premio “Stella nascente” con “il coro della recita scolastica”. Il premio Don Luigi Toppetti se lo aggiudica il rione San Rocco. Al rione Moncioveta va invece il premio Gastronomico come miglior cucina. Il concorso fotografico “Il Palio… dietro le quinte” ha decretato i seguenti vincitori: Francesco Valori e Simone Rossetti (1° e 2° classificato secondo la giuria tecnica); Roberto Fausti e Melissa Massara (1° e 2° classificata per la giuria popolare).

Mai nessuno poteva immaginare un epilogo simile! Una Lizza al cardiopalma ed  assolutamente imprevedibile con finale a sorpresa. All’arrivo, tutti e quattro i rioni erano racchiusi in 10 metri, dove Sant’Angelo sembra prevalere al fotofinish su San Rocco. Emozioni a crepa pelle, dopo 35 anni dall’ultima affermazione, il popolo giallo si riversa in massa a festeggiare i propri eroi. Ma nel momento più bello dei festeggiamenti, tra l’incredulità, arriva l’improvvisa doccia fredda: i giudici accolgono il reclamo del rione San Rocco e Sant’Angelo viene squalificato. Marco Degli Esposti, l’ultimo frazionista dei gialli, nel sorpasso finale cerca lo slancio, tuffandosi letteralmente verso il traguardo. Le immagini televisive e fotografiche di FAPfoto, testimoniano insindacabilmente la “scorrettezza” del rionale e, a termini di regolamento FIDAL, viene squalificato per non aver completamente varcato la linea d’arrivo. La burocrazia e il regolamento però non possono cancellare ciò che tutti hanno visto. Il rione capitanato da Roberto Cassetta meritava senz’altro la gloria della vittoria. Negli occhi di tutti i bastioli scorrono ancora le immagini della lizza, trasmessa, per la prima volta nella storia, anche in diretta streaming dal portale web www.terrenostre.info (in collaborazione con l’Ente Palio de San Michele, ndr).

Ma che lizza è stata?

Nella prima frazione il rione San Rocco ha condotto la corsa con autorità e coraggio. Alessandro Bartocci, frazionista dei verdi, subito dopo la bagarre della prima virata, ha imposto un ritmo forsennato ed insostenibile per gli altri. Alessandro Rossi di Sant’Angelo è stato bravissimo a non perdere contatto, appaiati dietro di lui Gianmarco Aristei (Moncioveta) ed Edoardo Lazzari (Portella). Nella seconda frazione è emerso il rione Sant’Angelo con la gran rimonta di Nicola Ciancabilla, protagonista di una risalita impressionante. L’atleta dei gialli, seguito da Raffaele Cinquegrana (Moncioveta) e Michele Fioravanti (Portella), ha recuperato lo svantaggio iniziale, superando Giacomo Gorietti (San Rocco) ad una cinquantina di metri dal traguardo. Nella terza frazione è successo di tutto! Michele Battistelli (Portella) sorpassa Marco Panzolini (Moncioveta), minacciando il duo di testa formato da Edoardo Valecchi (San Rocco) e Davide Santucci (Sant’Angelo). Subito dopo la seconda virata però, Valecchi ingrana la marcia e con una progressione spaventosa sorpassa in risalita Santucci e stacca tutti, consegnando il testimone con una ventina di metri di vantaggio sui gialli. Dieci metri più indietro Portella e Moncioveta. La quarta frazione vede in pista gli atleti migliori e le attese non si fanno tradire. Mirko Susta (San Rocco) corre in solitario e senza paura, mantenendo le distanze su Marco Degli Esposti (Sant’Angelo). Grande bagarre e lotta senza esclusioni di colpi tra Davide Falcinelli (Portella) e Giovanni Cinquegrana (Moncioveta), appaiati al primo bidone. Tutti i frazionisti rincorrono la vittoria e il gap tra loro è minimo. Susta ha il gran merito di mantenere il vantaggio fino alla seconda virata. Degli Esposti lo incalza e si guarda dal ritorno di Cinquegrana e Falcinelli. Sono gli ultimi metri di una lizza al cardiopalma! Mai si era vista così tanta incertezza ed equilibrio. Nel tratto in risalita Degli Esposti affianca Susta ed è un finale incredibile! L’atleta di Sant’Angelo, tenta il sorpasso a pochi metri dal traguardo e in pieno acido lattico, stremato dallo sforzo, prima entra in leggera collisione con Susta (sbilanciandolo, ndr) poi, una volta sorpassato, a sua volta perde il passo decisivo e cade ad un centimetro dal traguardo. Il resto è storia…

Dopo il concitato finale della lizza, i giurati Anna Lisa Buccellato, Daniela Giovanetti e Roberto Stocchi (presidente di Giuria) hanno diramato i giudizi più attesi: le sfilate. Vince il premio Monica Petrini come miglior Attore, Luca Sargenti del Rione Portella. Il rione dei blu si aggiudica anche la prima edizione del premio Stella nascente, dedicato ai piccoli attori, con “il coro della recita scolastica”. La sfilata della 52° edizione del Palio, la vince il rione San Rocco con “La stoffa del protagonista”. Secondo classificato il rione Portella con “musica e morte”, terzo Sant’Angelo con “scusate, ero in ferie”, quarto Moncioveta con “zsa zsa zsu”. Il Rione San Rocco vince anche il premio Don Luigi Toppetti, mentre il rione Moncioveta festeggia la vittoria della gara gastronomica.

E così, dopo i 10 punti ottenuti con la sfilata, 5 punti alla Lizza e un punto ai Giochi, il rione San Rocco torna dopo dieci anni a vincere il Palio de San Michele con 16 punti.

La classifica finale della 52°edizione del Palio de San Michele:

1° Rione San Rocco 16 p.ti

2° Rione Portella 11 p.ti

3° Rione Moncioveta 10 p.ti

4° Rione Sant’Angelo 6 p.ti

 

Cristina Bagnetti con il Palio 2014LE PAROLE DEI PROTAGONISTI:

Cristina Bagnetti, capitano del rione San Rocco: “Stento ancora a crederci!  Non riesco a trattenere l’emozione. La vera vittoria è stata vedere il coinvolgimento dei rionali durante e dopo la sfilata. Tutti hanno dimostrato un senso di appartenenza fuori dal comune. Questa sera ho ricevuto ringraziamenti da migliaia di persone. Grazie… Grazie a loro però! C’è talmente tanto entusiasmo dentro al cuore di questo rione che ci sentiamo parte di un’unica grande famiglia. La vittoria della lizza poi è stata incredibile…  Metterò il Palio dietro la culla di mia figlia Caterina! La vittoria la dedico in primis a mia madre che mi ha permesso di concludere il mio mandato di capitano, occupandosi di mia figlia quando la mia presenza al rione era obbligatoria. Lo dedico a Mattia Ansideri  che, oltre ad essere il mio compagno di vita e il responsabile della lizza, è stato senza dubbio la mia forza in questo mese e poi, ovviamente, lo dedico a tutti i formidabili rionali di San Rocco. Siete la mia vita.”

Gianluca Falcinelli, regista della sfilata: “La vittoria della sfilata è frutto di un lavoro partito da molto lontano. Abbiamo cominciato a lavorarci dal novembre dello scorso anno e siamo stati  bravi e fortunati a trovare un gruppo di attori formidabili. Alcuni di loro erano alla prima esperienza in piazza e nessuno è stato tradito dall’emozione. Sono stati fantastici, dal primo all’ultimo. Se mi aspettavo la vittoria? Ci credevo, senz’altro. E, più che altro, ho avvertito delle percezioni positive subito dopo la sfilata. È andato tutto secondo i piani. E quando tutto fila liscio e non sbagli nulla di quello che avevi provato, puoi solo che essere soddisfatto ed aspettare il verdetto finale con la massima serenità, quella di chi sa che ha fatto del suo meglio. Il giudizio ci ha ripagati alla grande ed è una gioia da condividere in toto con tutti i protagonisti, dai carristi agli attori… Nessuno escluso!”

Mattia Ansideri, responsabile del rione San Rocco: “Che è successo nella lizza? Di tutto. All’arrivo del rione Sant’Angelo mi sono accorto che Degli Esposti non aveva tagliato il traguardo ed ho ovviamente protestato con veemenza, tant’è che mi hanno letteralmente buttato fuori dalla Chiesa tre volte! (ride, ndr). Inizialmente i giudici sembravano non aver accolto il reclamo poi, grazie alle prove inconfutabili delle riprese e delle foto di FAPfoto, i fatti c’hanno dato ragione. E quando sono uscito dalla riunione con i giudici alzando il dito al cielo, il boato dei rionali di San Rocco mi ha emozionato da morire… Ovviamente mi dispiace per Marco (Degli Esposti, ndr) e per tutto il rione Sant’Angelo che meritava quanto noi di vincere la lizza. Ma il regolamento c’è e va rispettato. Lo scorso anno è successo lo stesso con Moncioveta. San Rocco? Ha corso una lizza storica, folle, incredibile… Prima di correre ho trasmesso ai ragazzi un video con oltre 100 messaggi fotografici da parte dei rionali. Ricordiamo che Edoardo e Mirko sono stati protagonista nella sfilata, io e Alessandro abbiamo realizzato un carro insieme: non siamo solo lizzaioli, siamo soprattutto rionali. La carica del rione è stata la benzina che ha acceso le gambe dei nostri atleti. E vincere così, con quest’innata voglia di lottare fino all’ultimo centimetro, è stata per me la gioia più grande. E poi dall’alto c’è chi ci protegge, mentre corriamo lo sappiamo che non siamo soli…”

Facebook: Ente Palio de San Michele

San Rocco vince la 52 edizione del palio

La lizza 2014

streaming offerto da Terrenostre ed Ente Palio de San Michele