A

La Buca di Emma AdBåge, tradotto da Samanta K. Milton Knowles e pubblicato da Camelozampa, si aggiudica il PREMIO ANDERSEN 2020 come Miglior libro 6/9 anni!

L’annuncio dei vincitori della 39° edizione del PREMIO ANDERSEN – Il mondo dell’infanzia, scelti dalla giuria e dalla redazione della rivista Andersen dopo un anno di lettura e confronto quotidiano, è stato dato oggi nel corso della cerimonia online promossa dalla rivista Andersen.

Questa la motivazione del Premio assegnato a La Buca:

Per una rappresentazione vivacissima e vera dell’infanzia, dei suoi bisogni e dei suoi desideri. Per raccontarci in modo piano e garbato come spesso gli adulti siano incapaci di comprendere il mondo dei bambini. Per la bellezza di illustrazioni di grande efficacia e freschezza narrativa”. 

La Giuria del PREMIO ANDERSEN 2020 è composta dalla direzione della rivista ANDERSEN – Barbara Schiaffino, Walter Fochesato, Anselmo Roveda – ; lo staff redazionale di ANDERSEN coordinato da Martina Russo e Mara Pace (giornalista, responsabile web e social); Pino Boero (Università di Genova); Enrico Macchiavello (illustratore e fumettista); Anna Parola (Libreria dei Ragazzi di Torino); Caterina Ramonda (blog Le Letture di Biblioragazzi); Vera Salton (Libreria Il Treno di Bogotà di Vittorio Veneto); Carla Ida Salviati (studiosa di storia dell’editoria e letteratura per l’infanzia).

Per l’elenco completo dei vincitori del PREMIO ANDERSEN 2020 – 39esima edizione (con approfondimenti, immagini e video): https://www.andersen.it/

Tutti i libri vincitori 2020 nelle diverse categorie del Premio concorreranno inoltre al SuperPremio Andersen 2020, votato da una giuria allargata di un centinaio di esperti italiani, e intitolato alla memoria di Gualtiero Schiaffino, fondatore del Premio e della rivista ANDERSEN (l’annuncio di questo ulteriore riconoscimento sarà dato lunedì 29 giugno, al termine di una settimana di raccolta voti).

Il PREMIO ANDERSEN è il più prestigioso riconoscimento italiano attribuito ai migliori libri per ragazzi dell’annata editoriale, ai loro scrittori, illustratori, editori e alle realtà che promuovono la lettura e la cultura per l’infanzia in Italia. A differenza di altri premi, la selezione del Premio Andersen non avviene tramite candidatura o bando, ma è espressione del lavoro quotidiano condotto dalla redazione della rivista mensile ANDERSEN – che dal 1982 è punto di osservazione dell’intera produzione editoriale dedicata a bambini e ragazzi – coadiuvata da una rete di professionisti della filiera del libro.

Pubblicato a gennaio 2020, La Buca ha da subito raccolto un enorme successo: è già in arrivo nelle librerie la prima ristampa. 

LA BUCA
scritto e illustrato da Emma AdBåge
traduzione di Samanta K. Milton Knowles
40 pagine
cartonato, cm 21,5 x 28
ISBN 9788899842789

 

Stampato in Italia su carta ecologica certificata FSC

Nel cortile della nostra scuola c’è una buca. Noi la chiamiamo la Buca. Nella Buca si può giocare a qualsiasi cosa: a mamma orsa, a capanna, a nascondersi, al negozio… a tutto! Tutti amano la Buca, tranne i grandi.
I grandi odiano la Buca.

Primo titolo pubblicato in Italia della pluripremiata autrice e illustratrice Emma AdBågeLa Buca è stato un libro rivelazione in Svezia, vincitore nel 2018 del prestigioso Premio August come Miglior libro per bambini e ragazzi dell’anno.

Un vitale inno al gioco libero, che trascende le preoccupazioni sulla sicurezza e le sabbiere omologate. Con umorismo e un incredibile uso delle immagini, la AdBåge dimostra che la fantasia germoglia nel non sorvegliato, nel selvaggio. Nessun libro sulla grigia vita scolastica è mai stato così colorato!” (Giuria del Premio August)

Oltre al Premio August, La Buca ha vinto il Premio dell’Associazione svedese dei commessi librai “Il tuo libro – La nostra scelta” 2018 e il Premio culturale “Piuma D’oro” – Barometern OskarshamnsTidningen 2019.

La Buca è nel cortile della scuola, è rimasta dopo alcuni lavori. È fantastica: ci si può fare ogni tipo di gioco. Gli unici a non amarla sono i grandi: sono sicuri che i bambini prima o poi si faranno del male. Così, dopo giorni di gioco scatenato senza alcun incidente, basta un pretesto qualsiasi per imporre l’autorità e la proibizione di andare ancora dentro la Buca. Accompagnata dalle proposte di giochi più tradizionali e, per i piccoli, decisamente più noiosi: l’altalena, il pallone… Dopo la rabbia e lo sconforto iniziali, però, i bambini tirano fuori le loro risorse e scoprono che anche intorno alla Buca si può giocare. Senza entrarci, così nessuno avrà da ridire. Anche il Bordo è divertente e si presta a un sacco di attività…

I grandi hanno in serbo un ultimo, terribile attacco, ma non hanno fatto i conti con l’infinita determinazione e l’inesauribile voglia di giocare dei bambini.

La Buca racconta con rara sincerità e senza filtri il punto di vista bambino: la gioia pura del gioco libero da condizionamenti, l’insofferenza verso le imposizioni immotivate, la straordinaria resilienza dei più piccoli. Un micro dramma scolastico come il divieto del luogo preferito per giocare si trasforma, nel finale a sorpresa, in una celebrazione dell’infanzia e del potere liberatorio dell’immaginazione.

Una storia narrata con un testo asciutto, dall’umorismo fulminante, e illustrazioni deliziosamente espressive, che raccontano, con un linguaggio sintetico in cui nulla è lasciato al caso, tutte le sfumature delle emozioni dei bambini: la felicità scatenata, la concentrazione nel gioco, l’insofferenza e la noia, la meraviglia. Una capacità di restituire in modo autentico lo sguardo dell’infanzia che ha già fatto di Emma AdBåge una delle più apprezzate nuove voci nella letteratura giovanile svedese.

 

L’autrice e illustratrice

Emma AdBåge, nata nel 1982 a Linköping in Svezia, è una delle più promettenti illustratrici svedesi di nuova generazione. Ha debuttato nel 2001 e da allora ha illustrato molti libri, sia con testi propri che di altri autori. Ha vinto il premio Sven Rydén nel 2011, il premio Elsa Beskow nel 2013 e nel 2018, il premio Lennart Hellsing insieme alla sorella gemella Lisen AdBåge nel 2017. Nel 2018 ha vinto il premio August per La Buca, scritto e illustrato da lei.

 

La traduttrice

Samanta K. Milton Knowles, laureata in Studi Interculturali con una tesi sulla traduzione cinese di Pippi Calzelunghe e in Scienze Linguistiche con una tesi dal titolo Tradurre Astrid Lindgren, lavora come traduttrice editoriale dallo svedese, dall’inglese e dal danese. Oltre che con Camelozampa, collabora con case editrici come Iperborea, Salani, Fandango, Rizzoli, Beisler, Bohem Press, Feltrinelli, Marsilio e UTET. È rielaboratrice e curatrice della versione definitiva italiana di Pippi Calzelunghe, in pubblicazione per Salani nel 2020, in occasione del 75esimo anniversario della prima pubblicazione del romanzo.

CAMELOZAMPA è una casa editrice indipendente del padovano, nata nel 2011 e specializzata in picture book e narrativa per bambini e ragazzi, fino a giovani adulti. Produce libri di qualità, prestando grande attenzione a ogni aspetto, dai contenuti ai materiali (con l’utilizzo ad esempio di carta in fibra di mais o certificata FSC). Tra i suoi punti di forza la riscoperta di capolavori internazionali della letteratura per ragazzi, mai arrivati prima in Italia o finiti troppo presto fuori catalogo: tra questi, i titoli di Quentin Blake, Anthony Browne, Jimmy Liao, Tomi Ungerer, Marie-Aude Murail, Guus Kujer e molti altri. A queste riscoperte affianca un lavoro di scouting per dare spazio alla creatività di autori e illustratori italiani, emergenti o già affermati. Dal 2018 Camelozampa è una casa editrice ad alta leggibilità.

Camelozampa è vincitrice del BOP 2020 Bologna Prize for the Best Children’s Publishers of the Year per l’Europa.

https://www.camelozampa.com/

https://www.facebook.com/camelozampa/

https://www.instagram.com/camelozampa/

https://twitter.com/camelozampa/