Africa bianca – Il mio viaggio in Malawi, il nuovo libro di Alfonso Della Corte

0
260

Africa bianca – Il mio viaggio in Malawi

il nuovo libro fotografico di Alfonso Della Corte

“L’autore non si limita a riproporci alcune istantanee, ma nelle sue pagine ci conduce quasi a guardare con lui oltre le immagini: le sue fotografie sono eloquenti, divengono storie, volti, cultura…” (Michelangelo Bartolo, Comunità di Sant’Egidio)

 
PERUGIA – Si terrà venerdì 8 febbraio alle ore 11 nella sala Pagliacci del Palazzo della Provincia a Perugia la presentazione del volume fotografico “Africa bianca – Il mio viaggio in Malawi” di Alfonso Della Corte.
Attraversando a piedi e con mezzi di fortuna il Malawi, uno dei paesi più poveri del continente africano, l’autore ha voluto raccontare, con le parole e con le immagini, la realtà di quella porzione di Africa. Un particolare focus è stato dedicato alla condizione delle persone albine che, in Malawi, sono presenti in numero elevato e che, è cosa conosciuta a livello mondiale, sono vittime di una tratta alimentata da feroci credenze che attribuiscono loro poteri magici per i quali vengono rapiti e sezionati.
Tra testimonianze di amore profondissimo, di povertà, di splendidi paesaggi e di spietata crudeltà, Alfonso tocca con mano, e ci restituisce, la durezza della vita in Africa, terra che ama incondizionatamente.
 
Alfonso Della Corte, giovane ed affermato fotografo e fotoreporter salernitano, è socio e contributore dell’agenzia fotografica Clickalps. Ormai umbro di adozione, ha rappresentato l’Umbria ad Expo 2015 ed in giro per il mondo, da Toronto a Shangai a Dubai, oltre ad essere stato finalista in alcuni concorsi internazionali e premiato come miglior portfolio Umbria.
E’ stato nei campi profughi e campi rifugiati in vari Paesi di diversi continenti. Nel 2016, ha testimoniato le ferite dell’ultimo terremoto in centro Italia.
 
Interverranno: il giornalista Gilberto Scalabrini, don Alfonso Raimo Presidente dell’Associazione S.O.S. Infanzia Negata oltre all’autore Alfonso Della Corte.