Fiorivano le Viole presenta gli eventi culturali di dicembre

0
563

Fiorivano le viole e Ri Vivi Borgo Sant Antonio si dissociano da tutte quelle opinioni tendenziose, critiche e poco costruttive che dipingono la città di Perugia come un deserto in cui prevale la paura e l’abbandono dei luoghi.

E si dispiacciono -con tutti i residenti e gli esercizi commerciali e le altre realtà associative presenti (il forno Lupi, la parrucchiera Ricci Maria Letizia, Immage immobiliare, il Civico 25, l’osteria Il Gufo, il centro estetico e di benessere Terra Luna spa, la pizzeria Drink’s House, il Loop Cafe, L’Arci che opera nel chiostro dell’associazionismo, il cinema Meliès, il laboratorio di ceramica Terrae, il laboratorio artistico Pezzi di Mò, ll Tabaccaio di via Cartolari, la vineria Frittole)- che il lavoro appassionato di una comunità che si è ritrovata  intorno a principi cardine quali cittadinanza attiva, cura dello spazio urbano e dei rapporti con i residenti, sensibilizzazione dello spirito e partecipazione dal basso vengano ignorate a vantaggio di una virtuale e miope visione della realtà così come espressa dal giornalista Sandro Allegrini autore dell’articolo del 28/11 sul Corriere dell’Umbria titolato “La morte solenne di via della Viola”.

Ci sembra fortemente parziale l’immagine che emerge del quartiere intorno a via della Viola e Porta Pesa nell’articolo e soprattutto ci sembra disinformata su tutto ciò che di vitale e propulsivo -nel “deserto” di cui egli parla nell’articolo- invece sta fiorendo.

In via della viola, a dispetto di ciò che dice l’Allegrini e i suoi testimoni vibra e pulsa un sangue denso di creatività e di passione che opera al di sotto dei riflettori mediatici con costanza e pazienza, e che ha trasformato l’incuria e l’abbandono in operosità e partecipazione (vedi denso calendario in allegato). Ad un anno dalla sua costituzione Fiorivano le viole ha aperto, grazie alla grande disponibilità e lungimiranza dei proprietari, dieci botteghe artistiche ed artigiane, in locali da lungo tempo inutilizzati e sfitti, e propone corsi di formazione -gratuita e/o a costi modestissimi- aperti a tutta la cittadinanza che stanno lentamente riuscendo nell’appassionato intento di rianimare le vie del quartiere. Inoltre ha realizzato eventi culturali di rilievo a partire dallo scorso Natale con una cadenza mensile che hanno riportato visitatori e cittadini a rivivere in una nuova ottica la zona in questione e hanno condotto alla realizzazione di una rassegna di cinema e di teatro conclusasi a ottobre: alla quale hanno partecipato celebri artisti attivi nella scena teatrale regionale nazionale e internazionale. Ha appena attivato la falegnameria di quartiere, all’interno della quale porterà avanti un progetto di arredo urbano su misura e vari corsi tra cui fotografia, pittura, musica, lingua inglese e cinese (solo per citarne alcuni). Opera in rete con altre realtà culturali attive su tutto il territorio nazionale e sta portando avanti insieme all’A.ge Montessori e Harragas, un progetto evento per rendere questa bellissima parte della nostra città un’isola poetica e fiabesca in occasione del festival Alchemika previsto per il prossimo aprile. Ha proposto grazie a tali collaborazioni percorsi formativi, artistici e circensi all’interno delle scuole, e sta lavorando all’addobbo del quartiere con decori e luminarie autoprodotti .

Stesso positivo fermento anima Porta Pesa e le vie di Borgo Sant’Antonio dove si è tenuto nello scorso fine settimana una grande manifestazione dal titolo “Pane, olio, fantasia” con mostra mercato di prodotti tipici, cui hanno partecipato produttori, frantoi e panificatori di ben sei regioni d’Italia. Nell’occasione è stata anche inaugurata la “Via dei Presepi” che annovera anche il Presepe più grande di Perugia, allestito all’interno della chiesa di Sant’Antonio Abate in Corso Bersaglieri.

É quindi con grande passione e con risultati tutt’altro che trascurabili, verrebbe da dire, soprattutto considerando i mezzi a disposizione, visto che le associazioni sono autosostenute, che Fiorivano le Viole e Ri Vivi Borgo Sant’Antonio stanno portando avanti l’opera difficile e ambiziosa di rivitalizzazione di via della Viola, Porta Pesa e dintorni.

 

Fiorivano le Viole Eventi Culturali

Sabato 7 dicembre ore 21:00 Chiesa di San Fiorenzo, via della Viola 1

Rassegna corale natalizia in occasione dei dieci anni di attività del Coro dei Docenti “Città di perugia” diretto dal maestro Sergio Briziarelli. Gruppi ospiti: Corale Bernardo Berardi di Tavernelle ed Ensamble vocale Femminile “Nota So’ “.

Domenica 8- 15- 22 dicembre dalle 12 a mezzanotte in via della Viola Mostra Mercato delle Viole: musica spettacoli intrattenimento e enogastronomia tutti i giovedi in via della viola 29 ore 18.30

Musica – Capolavori: concerti e letture dai diari dei grandi maestri compositori della tradizione classica a cura di Ars et Labor

Laboratori e attività: i corsi avranno inizio a dicembre (salvo diversa indicazione)

Lingue: (@ via della Viola 29); Francese: Lunedì 18.30 M.J. Mucchielli 3357579556 (dal 25 nov.); Inglese: Martedì 18.00 – 19.30 Marina Bucci 334 2885057 (attivo); Cinese: lunedì 21.00 – 22.00 Paola Cavazzana 3205618437 (attivo); Italiano: giovedì 18.30 (via cartolari 19) e Sabato 17.00 (via viola 29) Sacha Deegan 3286616395;  Inglese/Spagnolo: per bambini Hocus Locus venerdì ore 18 Claudia 3331380435

Musica: (@ via della viola 29)
Tecnica vocale, mercoledì 18.45 Judith 3475790631 (attivo)
Laboratorio Musicale e introduzione ai grandi maestri compositori – Sara 3495620758
Lezioni Individuali viola pianoforte violino e violoncello Ars et Labor – Sara 3495620758
Corso di chitarra (gruppo min 4 persone) sabato ore 18 Leopoldo 3280279072
Corso di avvicinamento al pianoforte giovedì ore 15 Frediano 333195554 (attivo)
Corso di avvicinamento al violino martedì ore 16.00 Alberto 3333484626

Artigianato:
Laboratorio di Uncinetto e Cappucci, giovedì 17 via della viola 54 – Alessandra Testori 3805031354
Laboratorio di falegnameria e restauro – via del roscetto – Marcello 3385619106
Laboratorio di Ceramica via cartolari – Monica Gouveia e Cici 3895419578 – 3478593137 (attivo)
Laboratori e corsi di liuteria : chitarre acustiche ed elettriche Daniele Cardoni 3280295191
via del roscetto strumenti ad arco Massimo Sganappa 3471628521
Laboratorio di lavorazione dei metalli via del roscetto Clara 3496537049

Arte e Cultura
Laboratorio per decorazioni quartiere e luci natalizie – riunione lunedì ore 19.30 – 3319152379
La città di Cartone – p.za del Duca Mariella Carbone e Maurizio 3204256229 (da gennaio)
Corso di incisione su linoleum – via cartolari 27 – Massimo Boccardini 349 8454500
Laboratorio di acquerelli – via cartolari 27 – Massimo Boccardini 349 8454500
Paperitos, origami, giovedì 15.30 -17.00 Ayumi, Gaetano e Demian 3395660767 (attivo)
Tispilli e Timbrogli-BracciaRubate merc. ore 20 via cartolari 4 – 334 8898688 328 9099858 (attivo)
Robotologica – Fabrizio Bellini, martedì 16.00 – 23.00 via cartolari 4 – 3496535478
Oh Paper, laboratorio di scrittura asintomatica, mercoledì dalle 21.00 Zolletta 3471029801 (attivo)
Per’Corso di Fotografia, lunedì ore 21.30 via cartolari 4 3289099858
Pintar – laboratorio di pittura bambini/adulti – venerdì ore 17 p.za Duca – Jose 346 6625110 (attivo)
Laboratorio teatrale a cura di Giampiero Frondini 3319152379 – 3493563097
Laboratorio di scacchi martedi ore 19 Kandinsky – 3319152379
Laboratorio piante e floricoltura sabato ore 16 via cartolari 19 – Sandro 3319152379
Difesa personale con Sly 3493563097 da gennaio
Metrica poesia classica, mercoledì ore 16.00 via della Viola 29 – Frediano 3331955554
Scrittura Giapponese giovedì dalle 15.30 in via cartolari 4 – 3493563097
inoltre grazie alla disponibilità e all’affetto che ci lega a Mirco Gatti
tutti i mercoledì il cinema Melies, via della Viola 1, offre ai tesserati di Fiorivano le Viole uno
spettacolo cinematografico ore 23.15 ad ingresso ridotto….2,50€!

… se qualcuno avesse fame, sempre di mercoledì, spaghettata al gufo ore 22.30 + cinema 6€!

per maggiori info: 3319152379 – 3493563097

fiorivanoleviole@gmail.com

Manifesto

Siamo una cellula di resistenza creativa contro il degrado culturale e civile che 

attanaglia le nostre strade, i nostri luoghi, il nostro sentire.

Crediamo nell’unione quale possibilità di una rinascita, quale istanza creativa e

necessaria all’essere

Crediamo nella bellezza dell’arte

Nella sinuosità delle forme

Nella profondità della musica

Nella gentilezza delle piante

Nell’amore tra gli uomini

Fondiamo insieme questa associazione quale baluardo contro la deriva

individualistica ed economica della modernità che ha ceduto lo spirito al danaro e

l’emozione al potere

Crediamo al momento conviviale quale occasione di uno scambio creativo, ricreativo,

ispirato

Sentiamo lo spirito quale forza magnetica che permea il creato

quale energia diffusa in grado di creare intime relazioni tra gli animi

Vogliamo creare una rete operativa che si opponga alla depressione e alla solitudine

della tecnica attraverso la creazione di uno spazio comune, laboratorio di scambio

continuo e sincero

Ci interessa il cuore, l’intelletto, l’inconscio…

con emozione