In uscita la pubblicazione sulla Biennale di Palazzo Collicola

0
233

Sarà presentata venerdì 1°luglio la pubblicazione a cura di Piacere Magazine, “Lo Stato dell’Arte Umbria” volume dedicato alla sezione umbra della Biennale che raccoglie le carte d’identità dei 36 artisti umbri contemporanei coinvolti nell’esposizione di Palazzo Collicola, curata da Gianluca Marziani

Sarà presentata venerdì 1°luglio alle ore 19.00 presso Palazzo Collicola la pubblicazione “Lo Stato dell’Arte Umbria” a cura di Piacere Magazine sulla Biennale di Venezia a Palazzo Collicola di Spoleto curata da Gianluca Marziani. In occasione della presentazione sarà organizzato un evento ad hoc al quale saranno presenti, oltre ai numerosi artisti protagonisti della Biennale, anche il curatore della mostra, Gianluca Marziani e gli autori del catalogo.

L’obiettivo della pubblicazione non è quello di fare un semplice elenco dei premi e delle opere realizzate dagli artisti, ma è un’indagine più profonda per assaporare l’humus del loro fare. Le schede degli artisti rappresentano, infatti, la carta d’identità dei lavori eseguiti, poche parole per metterne in evidenza la loro personalità.

La Biennale di Venezia a Palazzo Collicola, inaugurata lo scorso 25 giugno e visitabile fino al 27 novembre prossimo, è un’iniziativa promossa da Padiglione Italia alla 54esima esposizione internazionale d’arte della Biennale di Venezia per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia curata da Vittorio Sgarbi che ha deciso di “spalmare” l’evento lungo tutto lo stivale.

La Biennale di Venezia a Palazzo Collicola è curata da Gianluca Marziani e ospita le opere di 36 artisti umbri contemporanei che utilizzano linguaggi differenti , ma uniti da una stessa passione: “gli artisti umbri – sottolinea Marziani – esprimono la coscienza sensibile per i materiali, per la meticolosità elaborativa, per il valore catalizzante della densità. Sono agganciati alla terra ma aprono lo sguardo verso il cielo utopico”.

La realizzazione del prestigioso volume “Lo Stato dell’Arte Umbria” è stata possibile anche grazie al sostegno della BCC di Spello e Bettona, Astra e Sviluppumbria.

LEAVE A REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.