UMBRIA WATER FESTIVAL | Partita oggi a Terni la fase operativa

0
268

Riunione del Comitato promotore nella sala del Consiglio provinciale per illustrare la proposta a Comuni, operatori di settore e associazioni. Nei prossimi giorni altro appuntamento a Perugia.

(PTN/MC) – TERNI – Ha preso il via oggi a Terni la fase operativa dell’Umbria Water Festival, l’evento regionale che si svolgerà dal 17 al 20 maggio 2012 e che punta alla promozione turistica e culturale dell’Umbria attraverso la valorizzazione della risorsa acqua. Nella sala del Consiglio provinciale si è svolta una riunione organizzata dal Comitato promotore, composto dalla Regione, dalle Province di Terni (il cui presidente Feliciano Polli ne è il coordinatore) e Perugia e dalle Camere di Commercio delle due province, per illustrare la proposta ai sindaci e ai rappresentanti dei Comuni della provincia di Terni, del Distretto turistico integrato del Ternano e agli operatori del settore. Ai lavori, coordinati dal presidente Polli, hanno preso parte gli assessori regionali Silvano Rometti e Fabrizio Bracco, il presidente della Camera di Commercio di Terni Enrico Cipiccia, il sindaco di Terni Leopoldo di Girolamo, il coordinatore del progetto Eugenio Guarducci e il dirigente provinciale al Turismo e all’assetto del territorio Donatella Venti. L’iniziativa di oggi, che segue la fase preparatoria e la costituzione del Comitato promotore, è stata giudicata molto positivamente ed è servita per chiarire gli aspetti organizzativi e promozionali del progetto che si giova anche della collaborazione dell’Università di Perugia e del supporto dell’Un Wwap, il programma dell’Unesco per la valorizzazione della risorse idriche a livello mondiale. Nel corso dell’incontro sono state fissate le prossime tappe ed il percorso partecipato per l’organizzazione e la promozione dell’evento.

Grande rilievo è stato dato all’importanza dell’Umbria Water Festival sia sotto l’aspetto turistico che culturale per fare dell’Umbria la “capitale mondiale dell’acqua” con un evento che segnerà un momento importante per la regione sia sotto l’aspetto turistico che culturale oltre che nel rapporto fra i territori, le popolazioni e la risorsa acqua. Umbria Water Festival mira infatti a mettere insieme le tante realtà esistenti con un programma articolato che coinvolge l’intero territorio regionale, approfondendo il tema acqua sotto i suoi molteplici aspetti: dalla Cascata delle Marmore ai Laghi Trasimeno e Piediluco, dal Tevere al Nera fino agli altri fiumi umbri per toccare il settore termale, le acque minerali, gli aspetti spirituali e religiosi, quelli sportivi, naturalistici, paesaggistici ed ambientali. “L’incontro di oggi – ha detto il presidente Polli – segue il lavoro iniziato ad ottobre 2010 che ha visto protagonisti Regione, Province e Camere di Commercio coinvolgendo istituzioni, associazioni e privati. Il Water Festival è quindi uno strumento di promozione dell’Umbria attraverso l’acqua, in un percorso che si inserisce in una stretta collaborazione fra la Provincia di Terni e la Regione Umbria. Sotto questo punto di vista infatti, grazie all’apporto della Regione sono state avviate in provincia di Terni importanti iniziativa come i Contratti di fiume e i Contratti di Paesaggio che identificano sistemi territoriali con occasioni di promozione delle realtà esistenti che varranno per maggio 2012 ma che si protrarranno anche nel resto dell’anno. L’Umbria Water Festival è la dimostrazione di come i territori della nostra regione e le istituzioni possano trovare punti di convergenza su progetti di alto livello capaci di promuovere l’Umbria in modo originale e innovativo a livello internazionale”. “Pur non essendo bagnata dal mare, l’Umbria – ha detto Guarducci – è molto ricca di acqua ed ha molte storie da raccontare legate a questa risorsa. L’Umbria Water Festival è quindi un giusto connubio tra turismo e approfondimenti culturali e dovrà trovare a medio termine le risorse per camminare da solo in un giusto rapporto tra istituzioni e privati”.

“Quello tra acqua e ambiente – ha sottolineato l’assessore Rometti – è un binomio inscindibile, la nostra regione possiede risorse d’acqua di grande qualità con i fiumi, i laghi, le terme, i pozzi, gli acquedotti sfruttati fin dall’antichità. Tutto questo, unito ad una natura rigogliosa, ha fatto dell’Umbria il ‘cuore verde d’Italia’”. “Le istituzioni e la Regione in particolare – ha ricordato l’assessore Bracco – hanno appoggiato fin da subito con entusiasmo e fiducia il progetto, nato già nel corso del primo Think Thank di Todi e ripreso opportunamente dal presidente Polli che ne ha saputo cogliere aspetti e importanza facendone un’opportunità di sviluppo a livello regionale”. Giudizi positivi e sono stati espressi da tutti i Comuni e i soggetti intervenuti che hanno offerto la propria disponibilità a collaborare per la buona riuscita del Festival. Il sindaco di Terni di Girolamo ha garantito l’apporto del Comune “anche perché – ha detto – sul recupero del patrimonio idrico ci stiamo già impegnando da tempo, basi pensare ai tanti progetti di riqualificazione urbana portati avanti con successo in questi ultimi anni, soprattutto sul fiume Nera. Inoltre – ha notato ancora di Girolamo – Terni ha una storia lunga e profonda per quanto riguarda il rapporto con le acque e questo ci stimola ancor di ad aderire e collaborare per questo ambizioso e affascinante progetto”. Analogo appuntamento verrà organizzato nei prossimi giorni in Provincia di Perugia.

(consultabile a www.provincia.terni.it)

LEAVE A REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.