E tu… Vuoi davvero conoscere la mente contorta di un mentalista?

Prima di tutto devi capire se è una cosa che fa per te oppure no, perché il mentalista è una responsabilità. Lui, o lei che sia, si “lascia innamorare” senza lasciarsi capire.
Un mentalista non si fa interpretare, entra dentro di te senza preavviso e lo fa come se fosse la cosa più naturale di sempre. Entra e basta, poiché non conosce serratura.

Il mentalista emotivo poi, ha tutte le chiavi, anche quella del cuore. Conosce i tuoi segreti senza necessariamente conoscere TE.

Il mentalista ti spiazza, ti illumina, ti rende una persona vera (o, almeno, meno sola) ed è un grande profiler…
Anticipa le tue mosse, si contorce nel battito illimitato di quell’emozione che tu non riesci a definire.
Inspiegabilmente è lì, come fosse la melodia distinta dello spartito che non riesci a suonare.

Un mentalista, lo dice la parola stessa, non è altro che razionalità superiore alla media.
Non farti ingannare dalla sua incredibile capacità di lasciarti senza fiato, al massimo potrà toglierti soltanto quello che non hai avuto mai, quello che desideri.

Desiderio, già…
Lo dice la parola stessa. Possesso effimero di ciò che non sei, che non fa parte di te.

Ecco, un mentalista si insidia, percorre la strada meno battuta ed arriva sempre a destinazione.
Ti svuota, ti ruba la bussola e ti indica un’unica strada: la sua.
È, e sarà sempre rilevante nel suo essere speciale o perlomeno diverso.

Tuttavia, la mente contorta di un mentalista, si argina abbastanza facilmente.
Il passo è breve, più semplice di quello che pensi.

Una volta riconosciuto, se non vuoi perderti in un viaggio straordinario, il mentalista va emarginato, assecondato, ma con curiosità.
C’è solo una regola da seguire: non devi mai provare a sfidarlo!

Il mentalista leader è un innesco, se lo attivi con una domanda o con una riflessione, ti farà implodere o esplodere tutto quello che hai dentro.
Frammenti di te gli scivoleranno addosso senza comunque contaminarlo.

Hai presente i chicchi di mais su una padella? La mente contorta di un mentalista scoppia dentro a quel coperchio generando poi i popcorn.
Non è un esempio fatto a caso, poiché ti devi nutrire a prescindere di quei concetti lì, non puoi mica trovarli ovunque!

Ecco, mi rendo conto di averti generato un po’ di confusione, ma ora, se non altro, conosci un mentalista.
Uno di quelli che applicano i puntini di sospensione alla vita.

Ed ora che mi hai letto, mi troverai già ALTROVE…

Altrove - Morgan