L’arredamento in Umbria è un modo di vivere o meglio uno stile di vita che trova con l’artigianato la giusta e coerente declinazione.

Il mobile a Città di Castello, le ceramiche di Deruta e Gualdo Tadino, il cachemire e il ferro battuto, si armonizzano con i tanti borghi medievali, dove la modernità è arrivata a piccoli passi, in un equilibrio tra tradizione e innovazione, che trovano nelle risorse naturali di una terra ricca di cultura, la loro vera ed inesauribile fonte.

Nei secoli, la tradizione  delle  botteghe e dei laboratori, hanno tramandato i segreti dell’eccellenza. Di conseguenza, in Umbria il primato della manifattura di qualità è il valore aggiunto, che, ancora oggi, soltanto il lavoro dell’uomo può conferire agli oggetti.

Per questo motivo ogni mobile in stile umbro è un pezzo unico, conosciuto ed apprezzato in Italia e nel mondo per la funzionale raffinatezza del suo stile.

Il mobile prodotto in Umbria nasce da materiali abilmente invecchiati che riescono a riprodurre per lo più esemplari del Medioevo e del Rinascimento, ma anche del ‘600 e ‘700, sulla base dell’esame diretto dei manufatti d’alta epoca.

L’arredo di interni in stile è uno dei comparti a maggiore vocazione internazionale della regione, e attraverso il marchio di qualità “Umbria Artigianato”, garantisce prodotti di notevole pregio artistico e di elevato valore commerciale.