Sali per un caffè? Ci vediamo per un caffè? prendiamo un caffè insieme?…. quante di queste frasi abbiamo detto o ce le siamo sentite dire…..Noi italiani beviamo così tanto caffè che a volte abbiamo la sensazione che ci scorra nelle vene al posto del sangue. È il primo pensiero al mattino, la pausa rigenerante di metà mattina, il carburante necessario dopo pranzo, e nessuno si alza da tavola al ristorante se non ha completato la cena con una tazzina.
Proprio grazie al nostro consumo elevato, siamo anche tra i più consapevoli al mondo dei danni connessi a un eccessivo consumo di caffeina. Dalla tachicardia all’insonnia, passando alle macchie sui denti e gli effetti sulla pressione. Ecco perché, a volte, è bene considerare anche delle alternative.

Il Caffè d’ orzo:
Ottenuta tramite l’infusione di orzo tostato e macinato, questa bevanda dalle origini antiche è naturalmente priva di caffeina e una validissima alternativa alla classica tazzina di espresso. Dalle proprietà digestive, antinfiammatorie e antisettiche, mantiene stabili i livelli di glicemia nel sangue e può quindi essere assunta con tutta tranquillità da persone diabetiche o cardiopatiche, da chi soffre di disturbi d’ansia (proprio per l’assenza di caffeina) e da donne in gravidanza o allattamento. Contiene, seppur in piccola quantità, vitamine A, B, E, PP, e sali minerali, soprattutto fosforo e potassio. Essendo un cereale, non può consumarlo chi soffre di celiachia o chi ha problemi di intolleranza al glutine.

Ginseng:
Di origine asiatica, il ginseng è la radice di una pianta erbacea perenne da cui si ricava una droga utilizzata da millenni nella medicina tradizionale per le sue proprietà toniche ed energizzanti. Utile per contrastare stress e affaticamento, migliora la risposta del sistema nervoso centrale, l’attenzione e i tempi di reazione. Numerosi studi evidenziano, inoltre, le sue proprietà ipoglicemizzanti.

Té Mate:
Bevanda tipica del Sud America, il tè mate si ricava da una pianta sempreverde, chiamata yerba mate, che cresce in Argentina, Paraguay e Brasile. Il suo consumo, soprattutto nei paesi latini, è un vero e proprio rituale sociale. Tra le proprietà più apprezzate c’è il suo effetto energizzante e rivitalizzante: questo grazie al buon contenuto di mateina, una sostanza chimica che, stimolando il sistema nervoso, migliora concentrazione e focus. È una bevanda dalle ottime capacità digestive, è diuretica, stimola il metabolismo e rafforza le difese immunitarie. Contiene anche una piccola percentuale di caffeina e le sue foglie essiccate si acquistano in erboristeria o nei negozio biologici specializzati.

Il the macha: il più amato dai giovani
Ormai la celeberrima bevanda verde, presente in tutte le caffetterie e bar. Viene dalle piante di the più giovani, e ha un sapore inconfondibile, fresco e leggero, e numerose proprietà. Oltre alla caffeina, infatti, il the macha contiene L-teina, un aminoacido che rilassa la mente e che, assunto insieme alla caffeina naturalmente contenuta nel the, favorisce la concentrazione e in generale influisce positivamente sulle capacità cognitive.

Il caffè di cicoria: il grande ritorno di un ricordo dei nonni
Fino a poco tempo fa, del caffè di cicoria avevamo solo sentito parlare nei ricordi dei nonni. Era, infatti, un prodotto molto utilizzato durante la guerra. Oggi però, complice la tendenza a riscoprire i sapori di una volta, più genuini e ricchi di proprietà nutritive, il caffè di cicoria sta tornando di gran moda. Le sue fibre, ricche di inulina, sono ideali per garantirsi un’ottima digestione perché da un lato contengono lactobacilli salutari per la flora intestinale e dall’altro stimolano la produzione di bile, essenziale per la digestione dei grassi. Inoltre, è privo di caffeina e si pone quindi come alternativa originale al più classico decaffeinato.

The chai e chai latte: il più nutriente
Il the chai, diffuso principalmente nella versione con latte – chai latte, appunto – è così amato che alcuni, in estate, lo usano come sostitutivo del pasto. Non c’è da stupirsene: realizzato con foglie di the nero mixate con aromi e spezie, ha un sapore inconfondibilmente caratteristico e, sebbene contenga meno caffeina rispetto a un espresso, il the nero favorisce la concentrazione, ottenendo quindi lo stesso risultato. Inoltre, come il the verde, ha delle notevoli proprietà antiossidanti, e contrasta quindi l’invecchiamento delle cellule facendoci sentire non solo più svegli e concentrati, ma anche più belli.

Kombucha e golden milk: le innovazioni da provare
Ancora decisamente poco diffusi sul mercato italiano, e principalmente relegati ai locali più innovativi e alla moda, kombucha e golden milk sono due bevande estremamente gustose e salutari. Il primo viene dalla fermentazione delle foglie di the nero, e oltre a dare energia è una notevole fonte di probiotici, utili per il benessere intestinale. Il secondo invece è un latte mixato con spezie come lo zenzero, curcuma e cardamomo che, oltre a dare una sferzata di energia, hanno notevoli proprietà antinfiammatorie, con il vantaggio di poterlo comodamente preparare a casa.