Moneta Virtuale? La nuova sfida di Facebook

Secondo il New York Times nel 2019 potremmo assistere ad una mini rivoluzione digitale. Sembra infatti che Zuckerberg e il suo team stiano lavorando alla realizzazione di una propria criptovaluta da utilizzare sulla popolare app WhatsApp. D’altronde non si tratta di una prima volta, già WeChat in Cina offre la possibilità agli utenti di eseguire movimenti di denaro direttamente all’interno della sua app. Il tutto garantito da un sistema di transazioni mobili che fruttano al noto colosso cinese delle commissioni finalizzate ad eliminare l’uso della pubblicità per monetizzare.

La notizia è uscita dopo che il sito web The Block ha rivelato l’assunzione da parte di Facebook di circa 50 ingegneri, capitanati dall’ex presidente di PayPal David Marcus, per lavorare ad un progetto in una sede top secret. Al momento alcuni rumor suggeriscono che l’unico strumento disponibile sia la possibilità di eseguire movimenti immediati di denaro con amici e parenti. 

A differenza dei suoi concorrenti, Zuckerberg sembrerebbe più propenso a realizzare una propria moneta con un valore stabile, legato a diverse valute estere, piuttosto che al solo dollaro. Questo costituirebbe una garanzia per gli utenti che non dovrebbero preoccuparsi delle eventuali fluttuazioni del valore della moneta digitale.

Di certo, l’unificazione delle piattaforme di WhatsApp, Instagram e Facebook Messenger, potrebbe creare una cassa di risonanza tale da estendere la portata della nuova valuta ad un volume elevato di utenti.

Ad oggi, quello delle criptovalute resta un tema molto dibattuto in tutto il mondo e presenta ancora molti ostacoli normativi da bypassare. Sta di fatto che l’inserimento di Facebook in questo mercato potrebbe aprire in futuro moltissime porte anche ad altre realtà.