“Iwamoto”, la cometa di S. Valentino

L’astro chiomato è alla minima distanza dalla Terra e domani sera ci regalerà un incontro davvero speciale

Il Virtual Telescope Project mostrerà in diretta la cometa c/2018 Y1 Iwamoto il 13 febbraio, in streaming web, a partire dalle ore 22:00 su https://www.virtualtelescope.eu

in queste sere la cometa C/2018 Y1 Iwamoto è al meglio della propria visibilità: dopo aver raggiunto la minima distanza dal Sole lo scorso 6 febbraio, tra il 12 e il 13 transiterà alla minima distanza dalla Terra, a 45 milioni di km da noi.

La sera del 13, poi, ci regalerà un evento straordinario: si troverà nello stesso angolo di cielo ove brilla la meravigliosa galassia NGC 2903, vera gemma del cielo profondo, che per qualche ora sarà prospetticamente compagna della cometa, in perfetto sincronismo con S. Valentino. Un astro del Sistema Solare, la cometa Iwamoto, dinanzi ad una galassia sospesa nello spazio cosmico a 30 milioni di anni luce da noi: un suggestivo “abbraccio” nello spazio-tempo.

Il Virtual Telescope non poteva mancare di trasmettere in diretta questo straordinario incontro. Lo streaming è programmato per il 13 febbraio, a partire dalle ore 22.00 italiane:

Comet C/2018 Y1 Iwamoto meets the spiral galaxy NGC 2903: online event – 13 Feb. 2019

La diretta sarà fruibile gratuitamente sul sito: https://www.virtualtelescope.eu

Confidando di aver fatto cosa gradita con queste informazioni, saluto con la consueta cordialità.

Gianluca Masi

Roma, 12 febbraio 2019                                                                   

 

The Virtual Telescope Project
Web: https://www.virtualtelescope.eu
Email: info@virtualtelescope.eu
Media: press@virtualtelescope.eu

 

Il Virtual Telescope Project.(https://www.virtualtelescope.eu)

Fondato nel 2006, il Virtual Telescope Project è una struttura tecnologicamente molto avanzata, attiva sia nel campo della ricerca che della comunicazione scientifica, con totale controllo da remoto attraverso qualsiasi dispositivo connesso ad Internet. Al giorno d’oggi esso gode di una straordinaria reputazione internazionale. Grazie alle sue sessioni osservative online, il Virtual Telescope Project ha potuto mostrare in diretta i più straordinari fenomeni astronomici, come asteroidi che sfiorano la Terra, comete, supernovae, eclissi e piogge di meteore, a milioni di persone in tutto il mondo. I suoi eventi e contributi esclusivi vengono presentati dalle più importanti agenzie spaziali e stampa del pianeta.

Rassegna Stampa recente: https://www.virtualtelescope.eu/the-media-about-us/

 

L’astrofisico Gianluca Masi

Attratto dal cielo fin dall’infanzia, l’astrofisico italiano Gianluca Masi si è laureato a pieni voti in fisica, indirizzo astrofisico, conseguendo successivamente il titolo di Dottore di Ricerca in Astronomia. Ha scoperto decine di asteroidi, ha co-scoperto tre pianeti extrasolari e l’importante ASASSN-15lh, la supernova più luminosa mai scoperta nella storia. Il servizio ADS della Nasa cita oltre 800 suoi contributi scientifici. Nel 2006 ha fondato il Virtual Telescope Project, a supporto delle proprie attività professionali di ricerca e comunicazione scientifica. Il suo lavoro astronomico viene regolarmente presentato dai media più importanti del pianeta. In riconoscimento alle sue attività scientifiche, l’International Astronomical Union ha assegnato il nome “Masi” all’asteroide (21795). Gianluca Masi è Coordinatore Nazionale per l’Italia di Asteroid Day e Astronomers Without Borders.

Ulteriori informazioni sull’astrofisico Gianluca Masi: https://www.virtualtelescope.eu/the-author/