Ma quanto è bello, quando si cammina dentro un centro storico medievale, come San Gimignano e se ne ammira i negozi di artigianato e arte. Il negozio che andiamo a conoscere oggi è “La Ceramica” di Elena Ricciardi, dove ogni singolo oggetto che fa parte del suo negozio, racchiude in se il sapere che i maestri artigiani si sono tramandati.

Ciao Elena, quando nasce questo negozio?

Il negozio di ceramica nasce nel 1985 per volontà di mia mamma, Lucia. In realtà queste mura sono vissute dalla famiglia già da molto prima, pensa che mio nonno ci aggiustava i motorini e le bici, qua dentro. Tutto è restato uguale, mia mamma ci lasciò la gestione a me e a mio fratello, ma ormai son sei anni che lo gestisco da sola.

Come scegli la fornitura del negozio ? 

In tutti questi anni, ho solo selezionato artisti e artigiani del territorio, di Montelupo.
Montelupo infatti nasce e si sviluppa come centro di produzione di ceramiche artistiche del “Contado” di Firenze.
Son sempre andata alla ricerca di oggetti e decorazioni tradizionali, a volte disegno io stessa i bozzetti che voglio far ricreare dall’artista.
Da quando ho preso questo negozio, ho iniziato a selezionare i disegni. Volevo un negozio diverso; avevo quel desiderio di far provare sensazioni diverse dalle altre botteghe; oltre quindi a differenziarmi nella scelta di disegni e materiali, ho introdotto i profumi e saponi artigianali Fiorentini, ma il vero tocco di magia, dalle mille sensazioni che più mi contraddistingue dalle altre attività è la scelta della musica, qui dentro risuona la musica di mio figlio Lorenzo, un grandissimo artista e musicista. Solo in questo modo si tocca le corde più sensibili della gente che entra.
Passo tutte le mie giornate qui dentro, per questo lo rendo un posto speciale, se fossi qui solo per vendere, questo mi renderebbe solo più povera.

Pensi che la ceramica sia ancora un lavoro ricercato dai giovani ?

La ceramica ha subito un grande calo, i giovani di oggi non si voglio più sporcare le mani. Basta aprire gli occhi e vedere, pensa che la scuola di Montelupo è chiusa per mancanza di iscritti. La ceramica è tradizione, specie tradizione famigliare è dalle mura domestiche, dal genitore che nasce e può far trasportare questa passione.

Ogni pezzo esce unico ?

Si esce unico. Non ci sarà mai un pezzo uguale ad un altro quando lavora un artista.
La smaltatura può esser più soda o meno, la giornata del pittore è sempre diversa; un giorno ha più voglia arricchisce il suo disegno altre volte è più spento. Incide anche la cottura, e molto altro. Ci sono ancora un sacco di collezionisti che ricercano il pezzo unico.

Riesci a lavorare con le spedizioni?

Ad oggi più di metà del lavoro sono vendite fatte in negozio di cui poi offro il servizio di spedizione in tutto il mondo. Lavoro più online con il metodo che offro di personalizzazioni. Per un anniversario, un matrimonio, si realizzano piatti o quello che desidera il cliente con nome e cognome, disegni personalizzati, oggetti sia classici che moderni.
La ceramica rappresenta i tre elementi naturali: terra, acqua e fuoco.
E poi è una cosa bella, rende confortevole i luoghi dove le persone passano la loro vita. Ogni sera che entrano in casa se la trovano davanti. Farà parte del loro sentirsi a casa. Mi piace sapere e credere che ogni pezzo di ceramica che esce da questo negozio avrà una sua storia, perché comunque è stata fatta dall’uomo.

Richieste personalizzate e info: WhatsApp +39 334 5853225

Elena Ricciardi
VIA SAN GIOVANNI 106 , SAN GIMIGNANO SIENA