Ecobonus 2019, estensione per auto e moto
Auto e moto: nuove tipologie comprese nell'Ecobonus 2019

Sconti per nuovi tipi di vetture e moto

Novità in arrivo per quel che riguarda auto e moto, con l’estensione degli incentivi legati all’Ecobonus 2019 grazie a un emendamento al decreto crescita. Gli incentivi, i cosiddetti bonus, si estendono a nuove tipologie di quattro e due ruote. Andiamo a vedere queste novità che riguardano automobilisti e centauri.

L’ecobonus varrà per tutti i mezzi green della categoria L, ossia alle moto di tutte le cilindrate. È stato dunque eliminato il limite di 11 Kw per ciclomotori, quadricicli e tricicli. L’ecobonus si estende pure a tutti coloro che decideranno di rottamare un veicolo appartenente alla categoria Euro 3. Fino a oggi, si potevano ottenere sconti solo rottamando veicoli Euro 0, 1 e 2. Moto elettriche e microcar godranno anche loro di incentivi.

L’ecobonus prevede tutta una serie di incentivi per chi acquista autoveicoli a bassa emissioni di Co2 e anche per chi rottama vecchi mezzi maggiormente inquinanti. Il meccanismo sarebbe dovuto entrare in vigore il primo marzo del 2019, questioni burocratiche ne hanno sancito lo slittamento. Ora, però, gli sconti sono stati sbloccati e possono essere richiesti da chi acquista un’auto elettrica o ibrida. La misura è stata voluta per ridurre l’inquinamento ambientale direttamente collegato alle emissioni da parte dei mezzi di trasporto.

Incentivi economici: a quanto ammontano, come richiederli e limiti

Andiamo ora a scoprire a quanto ammontano gli incentivi economici e come possono essere richiesti. Variano da 1.500 a 6 mila euro, a seconda della quantità di Co2 emessa. Naturalmente, più è basso questo valore, più è alto l’ecobonus. Si arriva a 6 mila euro per le auto con emissioni da 0 a 20 g/km di Co2, se l’acquisto avviene con rottamazione; senza quest’ultima, si pagheranno comunque 4 mila euro in meno. Per l’acquisto di vetture con emissioni tra 21 e 70 g/km di Co2 è previsto uno scontro di 2.500 euro se c’è contemporaneamente una rottamazione della vecchia auto, di 1.500 euro senza rottamazione.

Sono i concessionari stessi a prenotare e a richiedere i bonus attraverso una piattaforma costruita ad hoc. Dalla prenotazione si hanno 180 giorni per la consegna. Gli incentivi vengono riconosciuti attraverso lo sconto sul veicolo nuovo acquistato. Non tutte le auto rientrano nel bonus. Ci sono limiti relativi ai prezzi da listino. Si può richiedere l’ecobonus per tutte quelle vetture che non superano i 50 mila euro Iva esclusa. Se l’auto nuova costa di più, non si ha diritto ad alcun tipo di sconto economico.