Che la e-bike sia la bici del momento, questo lo abbiamo capito, almeno a giudicare dai numeri di crescita a doppio zero che le bici elettriche, o meglio le bici a pedalata assistita o “Pedelec”  hanno fatto registrare negli ultimissimi anni nel nostro Paese. Ma cosa sono per la precisione queste e-bike? La domanda non è scontata, se si pensa che la percezione di tante, troppe persone, è ancora quella per cui le bici elettriche siano assimilabili ai motorini, motorini con i pedali, dove per generare la trasmissione basta premere su un pulsante che ingaggia un’alimentazione elettrica. Nulla di più sbagliato.
Una bici elettrica è una bici vera e propria dotata di un elettricità, che ti permette di superare meglio quelle salite ripide, tanto faticose.
Con la bicicletta elettrica si pedala veramente per un futuro sostenibile e meno inquinato. Credo che sia la salvezza per il nostro pianeta, oltre ad essere un modo meno stressante di vivere la giornata, per non parlare dei benefici fisici che attua, attivando costantemente i muscoli del nostro corpo.
In Italia dovrebbero esserci più piste ciclabili, ma arrivare ad un vero successo con le piste ciclabili e quindi in uno stravolgimento dell’ urbanistica, è un percorso molto lungo e di educazione. Credo che le radici di un cambiamento simile risiedono in primo luogo in un cambiamento della cultura di ognuno. Poter vedere in un auto privata, non più il centro del sistema dei trasporti, ma una delle diverse opzioni possibili.