Dormire con luce artificiale fa ingrassare
Dormire al buio non fa ingrassare

Niente tv accesa quando si dorme

Sorpresa: dormire con la televisione accesa fa ingrassare. È una delle cattive abitudini che in molti hanno, addormentarsi e poi continuare a dormire cullati dalle voci e dalle immagini della tv. Ecco perché si sconsiglia di tenerne una in camera da letto. Ora si schiera contro questo ‘lusso’ pure la scienza. E forse il sapere che l’obesità può dipendere anche da questo fattore sarà la discriminante fondamentale per starci più attenti. Perché sappiamo quanto conti la linea per le donne. Non stiamo discriminando, ma la ricerca effettuata ha preso in esame proprio la parte femminile del mondo.

Sulla rivista JAMA Internal Medicine è comparso recentemente uno studio che avverte: per le donne, lasciare una luce artificiale accesa di notte è collegato a una probabilità superiore di diventare obese. La ricerca è di quelle grosse, con 44 mila donne prese a campione, tutte in buona salute, dai 35 ai 74 anni. Si è scoperto che 17 mila dormivano con una lucina di quelle notturne in camera da letto (la sveglia, per esempio), altre 13 mila con una luce accesa all’esterno della stanza, 5 mila con la tv o un monitor acceso a pochi centimetri dal letto.

Non siamo partiti proprio da un peso forma, va detto. Molte delle persone analizzate erano già in sovrappeso, ma non obese, all’inizio dello studio. Nessuna lavorava con turni che potessero in qualche modo incidere sul ciclo del sonno. Ci sono voluti sei anni per ottenere risultati credibili e pubblicabili e qui abbiamo avuto la sorpresa.

Dormire e ingrassare: i risultati della ricerca

Coloro che dormivano con la tv o una luce artificiale accesa hanno dimostrato di avere il 22 per cento in più di probabilità di essere sovrappeso, il 33 per cento in più probabilità di essere obese rispetto a chi invece dormiva nel buio totale. Yong-Moon Park, ricercatore del National Institutes of Health in Research Park Triangle, North Carolina, ha potuto quindi annunciare: “Spegnere tutte le luci al momento di mettersi a letto potrebbe ridurre le possibilità delle donne di diventare obese”. E pensare che in molte, finora, si sono disperate perché, pur seguendo una dieta più o meno rigida, quando salivano sulla bilancia vedevano che il peso non solo non era diminuito, ma era anche aumentato. Ora sanno il perché, anche se perdere un’abitudine come quella di non dormire nel buio più totale può essere difficile. Ma perché una dieta non lo è?

E poi, l’obesità non è soltanto un fattore estetico naturalmente, ma soprattutto l’indicazione che è più facile incorrere in malattie future. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, nonostante ci sia una larga fetta del pianeta che fa la fame, ben 1,9 miliardi di adulti sono in sovrappeso o obesi. Condizione che non fa che aumentare la possibilità di malattie cardiache, diabete, problemi ai reni, disturbi alle articolazioni e persino alcuni tipi di cancro.

Quando si parla di stile di vita sano, insomma, bisogna adesso includere anche il sonno al buio, senza alcuna luce artificiale. Tantomeno la televisione, ovviamente. Finora sapevamo che il monitor del pc, la tv o lo smartphone prima di mettersi a letto eccitavano e creavano problemi di insonnia. Ora aggiungiamo che, pur addormentandosi, il nostro corpo ingrassa se ci dimentichiamo di spegnere tutto quando il sonno arriva.