Benessere: tendenze del 2019
Benessere: ecco come ottenerlo nel 2019

#Selfiecare, sempre di più

Benessere nel 2019: che significato ha questa parola mentre il mondo terrestre è impegnato a programmare i primi viaggi turistici su Marte? C’è tempo e spazio per regalarsi qualche ora di relax? E come? Se il 2018 è stato l’anno del #selfcare, con più di 10 milioni di post su Instagram, dodici mesi dopo la tendenza è andata in crescendo. E possiamo definire il benessere, nel 2019, in sette modi diversi. Che sono altrettanti modi di ottenerlo. Quelli più cool, per dirla all’anglosassone.

Iniziamo con le flebo. Non per riprendersi o nutrirsi forzatamente a causa di una grave malattia, ma per fare il pieno di vitamine. Una sorta di frullato per via intravenosa. Destinato e progettato per rafforzare il sistema immunitario e dare energie nuove al nostro corpo. Frank Lipman, specialista di New York in medicina funzionale e integrativa, usa in realtà questo metodo da 20 anni. Ma è solo adesso che medici ed estetisti si sono messi in cammino sulla stessa strada. E così, a Londra, il Plastic Surgery Group offre diversi trattamenti intravenosi della durata di 90 minuti l’uno, mentre una colonna sonora a tema e cibi e bevande a scelta accompagnano il tempo.

La capitale inglese, sotto questo versante, è la più attiva. L’Elixir Clinic ha lanciato Vita Drip, infusioni di vitamine, sali minerali e amminoacidi che hanno il compito di migliorare l’idratazione, gli squilibri da jet lag, contrastare lo stress e pure l’invecchiamento. Negli States, a Santa Monica, la clinica Infuse Wellness offre invece flebo fatte appositamente per combattere l’emicrania e aiutare il nostro organismo prima o dopo un intervento.

Per calmare i nervi e ritrovare benessere c’è un aumento anche dell’uso del Cbd (cannabidiolo). Per curare la pelle, con formule a base di olio, come integratore, in unguenti e olii per calmare l’ansia, ridurre stress e infiammazione. “Stiamo iniziando ora a scoprire i benefici che cannabis, Cbd e altri composti contenuti nella pianta della canapa hanno sulla salute e sul pianeta. Il cannabidiolo viene studiato per i suoi usi in campo medico, nei casi di epilessia, dolore neuropatico e diabete. Ma anche in campo ricreativo, la gente ne trae giovamento per ridurre stress, ansia, dolore e infiammazioni, migliorare la concentrazione e aiutare il regolare appetito e il metabolismo” illustra cos] la situazione Gabe Kennedy, fondatore dell’azienda Usa Plant People. Il Thc, composto che provoca lo sballo, non c’è nel Cbd, viene rimosso. Per chi pensa che anche le droghe leggere facciano male.

Benessere a 360°

Luoghi per il wellness, per il benessere a 360° sono sempre di più nel mondo. A New York, The Well è un Wellness Club per soli soci: qui si abbina la medicina occidentale alle pratiche di guarigione orientali. Qui trovi agopuntura, yoga, consulenze nutrizionistiche. A Londra, il Bhuti di Richmond offre trattamenti olistici, esperti in cure ormonali, pilates, yoga e buddha bowl. Per ricaricare le batterie forse non serve solo la palestra?

Altra tendenza del 2019 è aumentare il consumo di mesonutrienti, ossia quelli che si trovano all’interno dei cibi. Come la curcumina nella curcuma (trattamenti anti-età). Si calcolano, oggi, non solo macro e micronutrienti, ma anche i mesonutrienti. Meglio farlo con l’aiuto di un medico. Se questa parte vi sembra troppo complicata, potete sempre rivolgervi a un personal trainer che venga a casa vostra. Ma non uno in carne e ossa, bensì un’intelligenza artificiale. Mirror ha ideato uno specchio con cornice in acciaio che trasmette in streaming lezioni di fitness live, con tanto di complimenti personalizzati e incoraggiamenti da mental coach. Non solo: esiste pure il frigorifero smart che suggerisce cosa mangiare, con telecamere interne che facilitano il piano alimentare e un’altra funzione che analizza le abitudini alimentari, i valori nutrizionali e crea, su richiesta, ricette. A Hong Kong, invece, l’arredamento minimalista si trasforma: The Habit crea tavolini e sedie in legno, aerodinamiche e di moda, che diventano panche e manubri.

È tornata di moda la cristalloterapia per i massaggi per il viso, i trattamenti olistici e la cura della pelle. Senza dimenticare che i cristalli, e lo sapevano già nell’antico Egitto, possiedono un’energia curatrice molto potente. Non solo contro l’invecchiamento, ma pure per generare fiducia. Infine, nel mondo del fitness, si sono fatti strada gli allenamenti no stress. Fatti su misura, non ad alta intensità quindi. Che permettono di riprendersi dopo aver fatto magari un grande sforzo. Si può fare uso di prodotti come l’Omega Wave, da indossare in torno al busto per monitorare l’esatto stato fisiologico, o di un anello che monitora lo stato del sonno e di conseguenza calibra gli allenamenti. Perché, alla fine, non cerchiamo solo di ricaricarci o di fare i muscoli, ma soprattutto il benessere.