Fondazione SergioPerLaMusica: una Beat da 20 mila euro!

0
454
Beat generation - Fondazione SergioPerLaMusica 3

fondazione sergioperlamusica

Fondazione SergioPerLaMusica: una Beat da 20 mila euro!

I mille della “beat generation” arrivati in massa alla Città della Domenica danno la spinta decisiva alla Fondazione SergioPerLaMusica che così raggiunge l’obiettivo minimo di 20 mila euro per la sua costituzione. Sono invece già oltre 400 i sottoscrittori aderenti. La Fondazione “per la felicità” ora punta ad allargare l’entusiasmo che si è creato anche a tutta la regione, con iniziative che toccheranno dopo Perugia altre città dell’Umbria per promuovere ancora gli obiettivi e la raccolta fondi che andrà avanti fino al 3 marzo

PERUGIA – Travolti dall’onda dei ricordi ma non solo. Erano lì tutti insieme anche per dire ancora qualcosa di importante attraverso il grande megafono della musica, perché la scintilla del rock non si spegne mai e continua ad attraversare l’anima di tutte le generazioni. Quella andata in scena alla Città della Domenica con l’iniziativa dal titolo “Beat, 50 anni (1965-2015) e non li dimostra” è stata una bella festa collettiva, una serata memorabile per omaggiare le cinque decadi del movimento “beat” e soprattutto realizzata nel segno di Sergio Piazzoli. La prima generazione di “rockers” perugini, la cosiddetta “beat generation”, si è mobilitata in massa per sostenere la campagna di raccolta fondi che tra crowdfunding e donazioni dirette è stata ideata per permettere la costituzione della Fondazione SergioPerLaMusica dedicata al promoter perugino.

Erano 115 i sottoscrittori che avevano aderito alla Fondazione prima dell’evento (15 mila gli euro raccolti fino a quel momento) e a fine serata la raccolta è arrivata a 20 mila euro. La somma complessiva incassata è stata di 7 mila euro e con una donazione minima di 5 euro a testa per l’ingresso le persone che quindi hanno partecipato alla serata sono state all’incirca un migliaio. Di queste quelle che hanno deciso anche di aderire alla Fondazione sono inoltre schizzate da 115 a oltre 400. Pertanto il primo obiettivo è stato raggiunto, ovvero quello che doveva permettere la raccolta della cifra minima per la costituzione della Fondazione con l’aumento delle adesioni.

Beat generation - Fondazione SergioPerLaMusica

Molto applaudite le 12 band dell’epoca, in alcuni casi inevitabilmente rimaneggiate per l’occasione, che hanno allietato la serata: Elizabeth Allen, Premiers, PlayBoy, Èlite, Le Piovre, Living Band, FieelsFine, Bigio and friends, Lex Di Turno, Rockin’time, Stile Libero, Antonella/Emanuele and friends. Il prologo della serata, durante l’Apericena, è stato con la band Stronkabilly Blues Brothers capitanata da Gabriele Violini. Quest’ultimo, uno dei membri del comitato costituente la Fondazione, ha quindi suonato sul palco, ma anche gli altri componenti (Patrizia Marcagnani, Virgilio Ambroglini, Claudio Valeri, Giorgio Pangaro, Fabrizio Croce, Moreno Barboni, Patrizia Brutti, Giovanni Tarpani, Marco Bencivenga, Adele Bevilacqua, Renzo Patumi, Gianni Versiglioni, Silvia Silvi) erano tutti lì ad organizzare l’evento con il supporto pure di Francesco D’Arcangelo. A presentare la serata invece è stato un altro amico fraterno di Sergio, Leonardo Malà.

Per conto del comitato lo “speaker” della serata ha ringraziato continuamente dal palco pure gli altri che hanno contribuito con le loro professionalità alla riuscita della serata alla Città della Domenica. Tutti hanno dato un contributo volontario facendo in un certo senso la loro grande “donazione”, a partire dallo staff di Aldo Contini per il service e a quello di Danilo Paggi per la sicurezza, fino ai ragazzi del bar capitanati da Moreno Giappesi.

Senza dimenticare naturalmente i protagonisti della serata, ovvero quelli che hanno ripreso gli strumenti ormai impolverati e che si sono ritrovati a calcare nuovamente il palco, in nome della musica ed in onore di “Sergino”.

Beat generation - Fondazione SergioPerLaMusica 2

Lo spirito di Sergio ha aleggiato tra i musicisti e il pubblico e soprattutto adesso spinge ancora più forte il progetto di una Fondazione “per la felicità”, come è stata definita, che quindi ora va avanti a vele spiegate. L’attenzione verso la Fondazione sta infatti crescendo e sempre più viene percepito lo spirito di questa realtà nata per volare alto. Il suo percorso quindi non si arresta, anzi prosegue la campagna di raccolta fondi e la sottoscrizione (ancora fino al 3 marzo) anche grazie alla partecipazione ad altri eventi. Ora infatti il comitato punta ad allargare l’entusiasmo che si è creato anche a tutta la regione, con iniziative che toccheranno dopo Perugia altre città dell’Umbria ed altre realtà che hanno sempre ospitato ed accolto le idee di Piazzoli.

Il 12 e 13 febbraio uno stand informativo, con la possibilità di fare anche donazioni, sarà allestito a Terni durante gli Eventi Valentiniani negli spazi della mostra “Welovejazz”. La serata del 13 febbraio inoltre sarà arricchita anche dalla partecipazione della Fondazione al concerto di Sarah Jane Morris. Così come anche al concerto di Fabio Concato previsto invece per il 25 febbraio. A fine febbraio la Fondazione si trasferirà ad Umbertide per l’organizzazione della serata “I figli di Rockin’Umbria” presso il Teatro dei Riuniti con un omaggio anche a Robert Wyatt (presidente onorario della Fondazione). Il 17 marzo l’appuntamento sarà al Ricomincio da Tre di Corciano con il concerto de L’Estate di San Martino. Altre iniziative sono in corso di allestimento, compresa una ad Orvieto al Teatro Mancinelli in collaborazione con l’Associazione Tema.

Crowdfunding (link per effettuare le donazioni)
http://crowdfunding.fondazionesergioperlamusica.it/projects/1&tp=FB

Conto Corrente per bonifici diretti
Credito Cooperativo Umbro – Perugia – Piazza IV Novembre
IBAN  IT 49 X 08630 03005 000000621730

Sito internet Fondazione: www.fondazionesergioperlamusica.it

Beat generation - Fondazione SergioPerLaMusica Perugia