Lo ZUT compie tre anni con i concerti di In Zaire e San Leo

0
296

Lo ZUT compie tre anni, festa di compleanno all’insegna della grande musica

‘Re: play’, la rassegna musicale dello spazio culturale di Foligno, arriva a conclusione della intensa stagione: sabato 13 maggio in programma i concerti di In Zaire e San Leo.

Lo Zut festeggia 36 mesi di attività con lo spazio ricavato dall’ex cinema Vittoria in corso Cavour che si è caratterizzato ancora come luogo dall’offerta culturale variegata e rigorosamente di qualità con spettacoli dal vivo tra teatro, danza, concerti, proiezioni, mostre, oltre che come luogo per progetti di formazione, workshop, residenze artistiche, incontri e conferenze.

FOLIGNO – Ultimo appuntamento stagionale per la rassegna musicale ‘Re: play’ dello Spazio Zut di Foligno. Sabato 13 maggio dalle ore 22 (ingresso 7 euro) sul palco dell’ex cinema Vittoria in corso Cavour si esibiranno In Zaire e San Leo. Dalle ore 19 sotto le logge ci sarà anche un dj set a cura di Nik TheAss in a Garage Disease 7inch Selection. La serata cadrà in occasione del terzo compleanno dello Zut e per questo si spegneranno le candeline all’insegna della grande musica.

Lo spazio ZUT di Foligno, centro per la formazione, promozione e produzione della cultura contemporanea in Umbria, festeggia quindi tre anni di attività. In soli 36 mesi si è caratterizzato come luogo dall’offerta culturale variegata e sebbene pur sempre rigorosamente di qualità con spettacoli dal vivo tra teatro, danza, concerti, proiezioni, mostre, oltre che come luogo per progetti di formazione, workshop, residenze artistiche, incontri e conferenze.

Proprio nel maggio del 2014 al centro di Foligno, al centro dell’Umbria, al centro dell’Italia, nasceva infatti lo Zut, realizzato negli spazi dell’ex cinema Vittoria dopo un lavoro di recupero architettonico e urbano. E dopo un altro anno passato tra iniziative culturali ed artistiche, tra musica, teatro, danza, proiezioni, esposizioni, incontri, arriva la ormai tradizionale festa di compleanno. Tre anni di Zut significano quasi 250 spettacoli dal vivo tra teatro e danza (soprattutto grazie alla stagione di teatro contemporaneo ‘Re: act’ proposta dall’Associazione culturale ZoeTeatro), concerti (con la rassegna ‘Re: play’ ma non solo), mostre, proiezioni senza contare i giorni di aperture per progetti di formazione, workshop, residenze artistiche e conferenze. Insomma, tre anni intensi di eventi per la città e la regione, anche grazie a progetti condivisi con associazioni e realtà culturali del territorio di Foligno e umbre (e non solo) per giornate sempre all’insegna della cultura e della convivialità.

Lo spazio Zut festeggerà quindi questo importante anniversario dei tre anni con una giornata densa di appuntamenti musicali. Protagonisti principali gli IN ZAIRE: Alessandro De Zan e Riccardo Biondetti (G.I. Joe), Stefano Pilia (Massimo Volume, Il Sogno del Marinaio con Mike Watt), Claudio Rocchetti, sono arrivati al loro nuovo capitolo musicale avviato nel 2013 con l’acclamato album di debutto ‘White Sun Black Sun’ (Tannen records, Sound Of Cobra). Questa volta la febbre danzante assume nuovi ambienti, nuovi mondi, nuove visioni. ‘Visions Of The Age To Come’ è uscito sempre per Sound Of Cobra Records questa primavera. Otto tracce dalle appendici tentacolari, psichedelia dionisiaca che si intreccia a ritmi serrati e geometrie megalitiche. Al centro di tutto questo c’è il ronzio di fondo dell’universo e delle sue infinite vibrazioni. Ci sono tutti gli elementi essenziali della band: il ritmo come pennello di un’ampia tavolozza di atmosfere ed emozioni sempre mutevoli.

I SAN LEO invece hanno pubblicato nel novembre 2015 il loro album d’esordio ─ “XXIV” ─, registrato e mixato da Luca Ciffo della Fuzz Orchestra e masterizzato da Riccardo Gamondi degli Uochi Toki. Il loro live set è un viaggio completamente strumentale, orchestrato per chitarra e batteria, attraverso riferimenti al sacro e al profano, in una visione musicale che si colloca al di fuori della contemporaneità. Crescendo post-rock mai banali si frantumano su geometrie kraut e spigolosità math, proiettando veri e propri film immaginari nell’ascoltatore. Ampi paesaggi sonori in viaggio verso distorsioni monolitiche e rifrangenze sibilline, passando per elasticità quasi free-jazz, in tensione costante fra la contemplazione di piccole gemme melodiche e l’abbandono a granitici mantra. L’11 maggio uscirà il nuovo disco.

Si conclude quindi con queste due perle musicali anche il cartellone della rassegna ‘Re: play’, ideato per dare alla musica un contenitore ideale come quello dello Spazio Zut. La contemporaneità è stata sempre al centro della proposta sonora. ‘Re: play’ si caratterizza come la nuova stagione musicale dello Zut di Foligno, che si conferma uno spazio multiculturale e multidisciplinare molto originale e attivo su più fronti. ‘Re: play’ ha l’obiettivo di affrontare il tema della musica live, ormai largamente inflazionato, in maniera accurata e profonda. L’esigenza naturalmente è nata in risposta a un fermento musicale locale e non, che vuole mettere in risalto quel filone di “nicchia” che difficilmente trova spazio. La rassegna trasforma lo spazio Zut in una sala concerti, in cui la musica non è mero intrattenimento ma esperienza sonora che merita attenzione e cura.

Con l’intento di affrontare in modo coerente e accurato atmosfere, personalità e sonorità differenti, la prima parte (Side A) della stagione è stata caratterizzata da tre band italiane dalle sonorità pesanti e scure come i Marnero, gli Istvan e gli OvO. La seconda parte della stagione (Side B), iniziata a febbraio, ha visto esibirsi invece band come Palmer Generator, Malatesta, Lesbian Wallet, Persian Pelican, Quiver with joy, Bloss, Shinebox e Julian Mente.

Per info:

Tel. 389.0231912

spaziozut.organizzazione@gmail.comspaziozut.concerti@gmail.com

www.spaziozut.it

SEGNALA NUOVI CONCERTI IN UMBRIA

Preso visione dell’ informativa privacy ai sensi del Regolamento UE 2016/679.

captcha