Ryuichi Sakamoto + Alva Noto ‘S’ Tour al Teatro Morlacchi – Perugia (Giovedì 19.05.2011)

0
1565

Dancity, associazione culturale di Foligno che ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo di una nuova cultura musicale elettronica e contemporanea, nel territorio umbro ed in Italia, attraverso il Dancity Festival, giunto alla sua sesta edizione – che si terrà quest’anno ven. 1 e sab. 2 luglio – e la Musicalboxeventi, da oltre vent’anni promotrice in Umbria di grandi concerti della canzone e della musica d’autore, propongono insieme il 19 maggio 2011 presso, il Teatro Morlacchi di Perugia – in occasione della partita “Perugia per Sendai” del 18 maggio a sostegno delle vittime della recente tragedia giapponese – l’incontro tra due grandissimi artisti di livello internazionale, Alva Noto e Ryuichi Sakamoto, in un evento che segue le finalità benefiche promosse con l’incontro di calcio. La scelta della performance del duo nippo-tedesco, da cui ne è nata una produzione discografica e ora un tour, è frutto dell’incontro tra le due realtà organizzatrici (Dancity e Musicalbox Eventi) che curano la produzione di questo straordinario concerto, durante il quale Sakamoto si esibirà al pianoforte e Alva Noto invece al “banco suoni e proiezioni”. La finalità dell’evento è a carattere solidale e l’utile derivante dal concerto andrà in beneficenza, in particolare alla Red Dot Relief, una delle organizzazioni che sostengono la popolazione giapponese coinvolta nella drammatica catastrofe ambientale, che collabora con Peace Boat, ONG giapponese.

Il progetto artistico La collaborazione tra Ryuichi Sakamoto ed Alva Noto ha inizio nel 2003, anno in cui il primo album di questo nuovo progetto, “Vrioon”, viene alla luce. Dopo aver dato un seguito al loro esordio nel marzo del 2005 con “Insen”, il duo nippo-tedesco inizia una serie di concerti in teatro, che punta esplicitamente all’accostamento fra musica e installazioni visive. Prima delle due date a Milano e a Roma, il tour di “Insen” fa tappa al Cinema Teatro di Chiasso (Svizzera Italiana), dove già nell’aprile 2005 si esibì Philip Glass, altro pioniere della musica d’avanguardia, in un intenso concerto per solo piano. Questa volta, però, sul palco non vi è un solo un pianoforte, ma anche il banco di Alva Noto, sui cui stanno due laptop e strumentazioni elettroniche, mentre sullo sfondo si susseguono le immagini che sembrano seguire a menadito ciò che Sakamoto suona col pianoforte. L’essenzialità è colta visivamente all’ascolto di questa musica, così inafferrabile e precisa, ma allo stesso tempo viva e non esclusivamente metafisica. I paesaggi descritti dalla collaborazione fra Ryuichi Sakamoto e Alva Noto riescono ad interpretare le dualità del nostro tempo, i contrasti che creano un mondo. Dall’essenzialità giapponese alla ricerca visionaria tedesca, la fragilità del passato viene contrapposta alla durezza del nuovo mondo, creando nel nostro tempo un momento travolgente nel preciso istante d’incontro. Un viaggio nella possibilità paranormale che ci lega contemporaneamente a questo mondo e a all’altro, per vederne un altro ancora. Le creazioni dal ‘banco di suoni’ di Carsten Nicolai, in arte Alva Noto, sono visuali microscopiche del nostro mondo e delle sue composizioni. Nelle sue opere si interroga sulla materialità della terra, sulla sua formulazione e sui suoi movimenti, sui tempi che influenzano il processo di trasformazione, i suoi limiti e l’utilizzo delle risorse creative. Alva Noto ci fa cogliere la meccanicità e la materialità del naturale, facendoci vedere suoni ed ascoltare oggetti: il suono è studiato, misurato e poi visualizzato, gli oggetti riproposti come elementi importanti del paesaggio sonoro in cui viviamo – modem, telefoni, fax sono campionati ed inseriti editando il lavoro matematicamente, dando alle composizioni strutture ritmiche precise e componibili, che naturalmente contrastano il suono essenziale e sottile di Ryuichi Sakamoto. Soltanto pochi artisti oramai, nell’era veloce in cui viviamo, possono sfoggiare una carriera ed un pubblico come quello di Ryuichi Sakamoto, costruiti sulle basi del suo primo progetto elettronico ‘Yellow Magic Orchestra’, per poi ampliarsi a composizioni classiche e ad album d’ispirazione rock, fino ad arrivare a più di venti colonne sonore, collaborazioni con David Bowie, David Sylvian, il drammaturgo Robert Wilson, l’autore William S Burroughs ed il Dalai Lama. Ryuichi Sakamoto si è guadagnato un Academy Award, un Grammy e due Golden Globes: compositore, musicista, produttore, attore ed ambientalista, è un eroe di cui la musica ha sempre bisogno.

Galleria Fotografica PRESS DANCITY FESTIVAL

INFO: 075.5056950

Giovedì   19 Maggio 2011  ore 21:20
Ryuichi Sakamoto e Alva Noto
Teatro Morlacchi – Perugia
Prezzi:
PLATEA  38,00 euro
PALCO 1° ORDINE  38,00 euro
PALCO 2° ORDINE  30,00 euro
PALCO 3° ORDINE  25,00 euro
PALCO 4° ORDINE  25,00 euro
LOGGIONE  20,00 euro

LEAVE A REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.