Eduardo De Filippo | Sik Sik, l’ artefice magico a Gualdo, Magione e Amelia

0
495

Cinema Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino

Facebook https://www.facebook.com/CinemaDonBoscoGualdo?fref=ts

Teatro Mengoni di Magione

Facebook  https://www.facebook.com/pages/Teatro-Mengoni-Magione/385277724833275?fref=ts

Eduardo De Filippo in Sik Sik, l’artefice magico

Sik Sik, l’artefice magico, uno dei testi di maggior successo di Eduardo De Filippo va in scena giovedì 9 gennaio, alle 21, al Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino, con repliche venerdì 10 gennaio, alle 21 al Mengoni di Magione e sabato 11 gennaio, alle 21 al Teatro Sociale di Amelia.

E’ l’esilarante storia di un illusionista di terz’ordine alle prese con un’esibizione in cui tutto va storto. Lo spettacolo è uno studio sull’evoluzione della scrittura eduardiana e, insieme, una rilettura personale e fortemente contemporanea, a proposito della quale il regista afferma: «Sik Sik è il capostipite dei personaggi di Eduardo. Un testo breve quanto impegnativo, che ne ha consacrato la poetica drammaturgica. Io ho cercato di raccontare un tempo diverso da quello del ’29. Le miserie che vive oggi Napoli sono ben differenti. Quello che più mi colpisce della nostra contemporaneità è la coesistenza di tante culture, così diverse e così incapaci di comunicare fra loro».

Emozionante, divertente e commovente, Sik-Sik è una metafora dell’uomo del Novecento, che non riesce ad essere adeguato. Attraverso il gioco di prestigio il protagonista cerca di riscattare una vita senza dignità, senza onore, senza gloria, ma il gioco di prestigio non riesce…

A esaltare l’irresistibile comicità del testo è l’interpretazione di Benedetto Casillo nel ruolo dell’illusionista, affiancato da Roberto Del Gaudio, Marco Manchisi e Aida Talliente. Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 19. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.

È possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.