Paolo Virzì da OvoSodo al Teatro Morlacchi Se non ci sono altre domande

0
321

Paolo Virzì regista di OvoSodo – gran Premio della Giuria del Festival del Cinema di Venezia 1997-, Tutta la vita davanti – Nastro d’argento, Globo d’oro e Ciack d’oro 2008 – e La prima cosa bella – tre David di Donatello 2010 -, ha scelto il Teatro Morlacchi per allestire il suo primo testo teatrale, Se non ci sono altre domande.

Lo spettacolo andrà in scena solo in tre città italiane, la prima volta a Perugia da mercoledì 23 a domenica 27 febbraio, poi a Cesena e Roma. Un evento molto atteso e unico per la quantità e la qualità degli attori coinvolti, che vede come protagonista uno dei nostri attori più amati, Silvio Orlando insieme a Sergio Albelli, Paola Balzarro, Francesco Brandi, Chiara Caselli, Fortunato Cerlino, Roberto Citran, Salvatore D’Onofrio, Evelyn Hanack, Lorenza Indovina, Eva Kiss, Mimma Lovoi, Edoardo Natoli, Antonio Petrocelli, Marina Rocco, Maria Laura Rondanini, Chiara Sani, Alessandra Stordy, Silvio Vannucci. Considerato uno degli autori che meglio interpretano l’eredità della commedia all’italiana, Virzì ci racconta la storia di Michele Cozzolino, ma chi è? E perché quella che per lui doveva essere una giornata come tante diventa invece l’occasione di un inaspettato evento pubblico, con una platea che sembra sapere tutto della sua vita e lo interpella, lo incalza, lo biasima, si complimenta? L’intera biografia di una persona comune viene messa a nudo in questa specie di conferenza stampa, in questo bilancio esistenziale forzato che assomiglia ad un processo televisivo. Le sue aspettative e le sue delusioni, i suoi amori e le sue avversioni, i suoi tradimenti, i suoi segreti, le sue fragilità: Michele Cozzolino, impiegato di medio livello di una grande azienda, sposato con figli e alle prese con la scontentezza di un’esistenza ordinaria, è costretto ad assistere al riaffacciarsi dei fantasmi del proprio passato, a ricordar cose che riteneva di aver sepolto nell’oblio e nell’indifferenza, a fare i conti coi propri errori, ed infine a dover accettare il giudizio di tutti noi, spettatori indiscreti e ingordi delle altrui debolezze. Silvio Orlando e la Compagnia parteciperanno, giovedì 24 febbraio, alle 17,30, al Teatro Morlacchi, all’incontro con il pubblico tenuto dal Prof. Alessandro Tinterri, docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo e di Storia e Critica del Cinema dell’Università degli Studi di Perugia. Al termine presso il Caffé del Teatro, l’Azienda agraria Terre de la Custodia offrirà al pubblico una degustazione dei propri vini. La prevendita dei biglietti viene effettuata, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13, presso l’Agenzia n°2 dell’Unicredit, in Via Mario Angeloni 80 e tutti i giorni feriali, dalle 17 alle 20, al botteghino del teatro Morlacchi. Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 19. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita. È possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it. e presso il Piccadilly Box Office di Collestrada.

..

LEAVE A REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.