Orvieto War Cemetery, commemorata la Battaglia di Sanfatucchio del 21.06.1944

0
749

Orvieto war cemetery

COMMEMORATA LA BATTAGLIA DI SANFATUCCHIO DI CASTIGLIONE DEL LAGO DEL 21 GIUGNO 1944

Nel 70° anniversario, rievocazione con letture di diari di guerra, foto e testimonianze orali. Cerimonia all’Orvieto war cemetery dove sono sepolti i soldati alleati caduti negli scontri

(Avi News) –“Sui campi delle Fiandre sbocciano i papaveri che, tra le croci, fila dopo fila, segnano il nostro posto; e nel cielo, le allodole, cantando ancora coraggiosamente, volano, appena udite tra il rombo dei cannoni”.

Era il 1915 e con queste parole John McCrae onorava, nel suo poema In Flanders fields, la memoria di un amico morto sul campo di battaglia. Parole e un simbolo, i papaveri, che hanno accompagnato anche la cerimonia con cui i cittadini di Sanfatucchio di Castiglione del Lago hanno voluto, sabato 21 giugno, ricordare i tanti giovani inglesi caduti esattamente 70 anni fa, nella battaglia che si svolse proprio nel loro paese. Una delegazione si è infatti recata in visita al cimitero di guerra di Orvieto, dove riposano le salme dei tanti militari morti per liberare Sanfatucchio e i paesi limitrofi di Pucciarelli, Pescia e Ranciano. Alla commemorazione, durante la quale è stata deposta una corona di alloro, hanno preso parte anche Sergio Batino e Giuseppe Germani, sindaci rispettivamente di Castiglione del Lago e Orvieto, e il parroco Leonardo Romizi che ha celebrato una funzione religiosa per le giovani vite spezzate dalla guerra.

“È stata una bellissima iniziativa – ha commentato Germanidi cui ringrazio gli amici di Castiglione del Lago. Sono sicuro che la potremo istituzionalizzare e farla diventare un appuntamento annuale”.

“Accogliamo con favore la proposta – ha risposto Batinoaffinché nessuno possa mai dimenticare ciò che avvenne nelle nostra terra. L’emozione che si prova entrando in simili posti è veramente indescrivibile”.

Le iniziative di ricordo sono poi proseguite in serata con un altro evento che si è tenuto nell’area verde retrostante la scuola dell’infanzia di Sanfatucchio, che si sarebbe dovuta intitolare ‘Parco 21 giugno 1944 Battaglia di Sanfatucchio’.

“Abbiamo già raccolto oltre 160 firme e avanzato la proposta all’amministrazione comunale – ha spiegato Claudio Imbroglini del comitato cittadino promotore delle iniziative –. La giunta ha già deliberato in tal senso ma i tempi burocratici non hanno purtroppo permesso di inaugurare, in tempo, la nuova denominazione”

La serata, a cui ha partecipato attenta e commossa la comunità di Sanfatucchio, presente in gran numero, si è aperta con le musiche della banda cittadina e con una panoramica sugli eventi antecedenti la battaglia. La manifestazione è quindi entrata nel vivo con la lettura di alcuni brani, tradotti per l’occasione in italiano, tratti dal libro Fling our banner to the wind nel quale il colonnello John Horsfal, protagonista in prima persona dei fatti, mise nero su bianco, negli anni ‘70, i suoi ricordi della battaglia.

“È straordinaria – ha commentato Antonietta Mannucci, dirigente scolastico della direzione didattica ‘Franco Rasetti’ e anch’essa membro del comitato – la narrazione che fa questo militare di quei giorni. In particolare, la maniera con cui sottolinea il contrasto tra la bellezza dei paesi, dei paesaggi e del lago Trasimeno e la tragicità e le devastazioni della guerra”.

La commemorazione si è conclusa con le testimonianze degli anziani del paese che hanno raccontato la loro esperienza del conflitto.

“Abbiamo voluto – ha concluso Nicola Torrini, anch’egli del comitato paesano – conoscere la storia del nostro paese, tenere viva la memoria della nostra comunità, dei tanti soldati morti sulla nostra terra, e tramandare i racconti alle nuove generazioni affinché da essi possano trarre insegnamento”.

Il progetto prosegue ora con il prossimo obiettivo di deporre una lapide  commemorativa degli eventi nel futuro parco ‘21 giugno 1944’.