Vertine, il borgo magico tra le verdi colline del Chianti

0
206

Se da Gaiole in Chianti vi “arrampicate” verso Spaltenna, proseguendo in direzione nord, preparatevi a gustare il borgo di Vertine. State infatti per scoprire una piccola perla medioevale, nascosta tra le verdeggianti colline del Chianti. Un luogo antico, dove il tempo si è fermato.

Vertine si presenta ai suoi visitatori come un borgo fortificato con una cinta muraria che si sviluppava con un andamento grossomodo ellittico, giunta a noi quasi intatta. Incastonato nelle mura troviamo uno dei più bei casseri in pietra della Toscana. Costruito in pietra bianca intorno all’anno 1000, è costituito da un possente torrione a pianta rettangolare che domina la porta di accesso al paese.  

La zona dove è posto Vertine rappresentava il confine tra due città nemiche, la Repubblica fiorentina e quella senese. Fu il castello del Chianti con il maggiore sviluppo murario e demografico, grazie alla sua posizione strategica.

Vi è una sua menzione già nel dicembre del 1013, in alcuni atti pubblici in cui compare insieme al castello di Montegrossi e di Brolio.

Nel XIII secolo il castello passò sotto la bandiera della Repubblica di Firenze, legando per secoli la sua storia e la sua fortuna alla prestigiosa famiglia dei Ricasoli.

Durante tutto il millennio della sua esistenza non ha subito distruzioni né profonde trasformazioni. Tant’è che il visitatore si troverà ad osservare una realtà medievale completamente intonsa. Mancano solo gli abitanti vestiti con abiti dell’epoca per credere di essere improvvisamente proiettati nell’anno mille.

All’interno del paese, composto da una ventina di graziose abitazioni, è visitabile la Pieve di San Bartolomeo, risalente all’XI secolo, dove si possono ammirare frammenti di affreschi risalenti al XV secolo, di scuola fiorentina: “L’angelo e la Vergine annunciata”, la “Pietà”, “Vertine dalle sette torri” e i santi protettori contro la peste “San Sebastiano e San Rocco.

Da segnalare anche il grande edificio posto nella parte dietro il borgo, che presenta un accurato rivestimento in “filaretto di Alberese”. Per la sua imponenza era certamente la residenza dei signori del luogo.

Seppur attratti dalla notevole conservazione del suo centro abitato, vi ritroverete circondati da boschi e oliveti, immersi in un’atmosfera di tranquillità. Di particolare emozione è la spettacolare vista del tramonto. Godrete di un punto panoramico di grande effetto, dominante tutto il territorio circostante. Vertine è il luogo ideale per apprezzare la bellezza del Chianti, un’oasi di tranquillità, che promette un’esperienza dal gusto indimenticabile. Tutte ottime ragioni per non mancare la visita di questo luogo unico.