URBAN LIVE CLUB – LE SERATE DI PASQUA

Giovedì 18 aprile secondo appuntamento per Balearico, il party alternativo – adults only – dalle atmosfere solari e magnetiche, in cui musica, arte, cibo e moda si amalgamano per dare vita a una formula nuova.

Music 
Selezioni Funk, Garage, Disco, Nu-disco, Edit
Deejay 
JWL
Luca Bianchi
Marco Spinetti
Live Sax Luca Bossi
Art 
Celso Wood
Food
Sushi e non solo by Crudo
Fashion
Ambient design by Black Dioniso

Venerdì 19 aprile torna Spaghettoni – Una festa Italiana

La superfesta torna al Friday I’m in Rock! Tutta la musica Italiana da Carosone a Capossela, da Celentano agli Articolo 31, dal Pop degli anni ’80 alla spaghetti House, solo musica Italiana…Mina e Sabrina, Pupo e Carboni, Eros e gli Elio, i favolosi anni ’60 e i grandi classici degli anni ’90, Sanremo e Festivalbar, di tutto di più una grande festa con tante sorprese durante la serata! 
In Consolle 
Fab. e Priscilla

Sabato 20 aprile un nuovo format, un nuovo party per celebrare la nobile arte del mettere canzoni in fila: all’ Urban arriva Compilation party!

Una compilation è qualcosa che parla di noi, del nostro presente, del nostro passato:  super-frullatone di musica dove mettere di tutto: i Nirvana e Carl Brave, Amy Winehouse e Liberato, Artic Monkeys e Cremonini, Beyoncé e Tiziano ferro, gli Oasis e Vasco Rossi.
Un’istantanea di un momento o la colonna sonora della vita, una compilation spiega molto di quello che siamo, a volte più di mille parole…
In consolle, per farci apprezzare la nobile arte della compilation, ci saranno:
> FAB
Da “80vs90” a “Spaghettoni”, da “Get Down” a “The Modern Age”, il guru indiscusso della compilazione, un fuoriclasse nel campo, uno che se decide di farvi cantare poi ci riesce, non ci credete? Dove siete stati negli ultimi 10 anni?
Fab è una garanzia.

> PORCO DUO
Sono la rivelazione dell’anno, la svolta che nessuno cercava ma di cui tutti avevate bisogno, sono quelli che vi hanno fatto perdere voce e dignità cantando “Sere Nere” uscendo, così, vincitori dall’ultimo “Spotifight” e questo ovviamente, li qualifica,  immediatamente come nuovi luminari della playlist. Occhio, hanno già annunciato che stanno preparando qualcosa di speciale per la serata, di cosa si tratterà?

> ALEX MOMENTS
Direttamente da quella fabbrica di follia che sono i nostri amici “Roghers” arriva lui, la parte più danzereccia della vostra compilation, è quel pezzo elettronico che non si sa come mai ma avete piazzato fra gli Smiths e Calcutta. Scarpe comode consigliate, ci sarà da ballare.

Il tutto condito con visual a tema per un’immersione totale nel divertimento.
Omaggio più drink alle canzoni più votate postate nell’evento.

Per domenica 21 aprile l’ Urban ha preparato una serata eccezionale: doppio concerto e doppio dj set per festeggiare alla grande.

On stage Aurolo Borealo e Leo Pari.

Auroro Borealo è “il miglior cantante stonato del mondo.”

Dopo “Sappi che ti ho sempre voluto bene”, uscito nel 2018, contenente i singoli Trentenni pelati, Il cielo in una stronza e Vecchi che urlano, seguito dalla partecipazione al MI AMI 2018 e dopo un tour di 40 date nei club di tutta Italia, torna Auroro Borealo, il miglior cantante stonato del mondo, con un nuovo album, “Adoro Borealo”, in uscita il primo aprile 2019.

Il disco è anticipato da due singoli, “Atti pubblici in luogo osceno” featuring DIVA, in uscita il primo Febbraio 2019 e “Sessone” featuring Ruggero de i Timidi, uscito l’8 Marzo.

L’album vanta numerose ed eterogenee collaborazioni e molti Guest tra cui Johnson Righeira, Gianfranco Manfredi, i Punkreas e la mamma di Auroro Borealo.

“Adoro Borealo è un disco che parla di cose molto stupide in maniera molto seria, o meglio è un disco che parla di cose molto serie in maniera molto stupida. Parla di giovani, di anziani, di ex, di lavoratori precari, di opere pubbliche fallimentari, di primo pomeriggio, di ipocondria e di scelte di vita clamorosamente sbagliate. Segna una svolta nella mia carriera per tre motivi: perché sono tutte canzoni vere senza riempitivi, perché non ci sono parolacce e perché rendendomi conto di essere un terribile cantante ho chiesto aiuto a tanti amici e ospiti speciali per cantarlo.”

Leo Pari è un cantautore, musicista e producer romano. Dopo i primi due album, rispettivamente “LP” e “Lettera al futuro”, nel 2012 esce “Rèsina”, terzo album e primo capitolo della trilogia che continuerà con “Sirèna” nel 2013 e nel 2016 con “Spazio”, tutti e tre usciti per Gas Vintage Records. Quest’ultimo riceve un ottimo riscontro dal pubblico e dalla critica e porta il cantautore romano a suonare in giro per tutto lo stivale.

Fin dagli esordi l’attività live non si è mai fermata: oltre 500 concerti che l’hanno visto esibirsi nei club del circuito indie italiano ed in importanti manifestazioni, tra cui molti festival nazionali ed internazionali.

In parallelo Leo Pari porta avanti la sua carriera di autore e musicista collaborando con tantissimi artisti come:Thegiornalisti (in tour con la band dal 2016), Simone Cristicchi (con il quale firma i testi di “Vorrei cantare come Biagio” e “La prima volta che sono morto” in gara a Sanremo 2013), Roberto Angelini, Tommaso Paradiso, Roy Paci, Tommaso Colliva, Niccolò Fabi e Gazzelle. Di quest’ultimo, segue la supervisione artistica di Superbattito, la sua opera prima.

Nel 2017 arriva il contratto editoriale in esclusiva per la Universal Italia, grazie al quale inizia a scrivere per nuovi interpreti e a collaborare con nuovi autori e produttori come: Federica Carta, Gabri Ponte, Dj Nais, Pat Simonini. 

Anticipato dai singoli Dirty ti amo, Giovani Playboy e Mina, nel maggio 2018 esce l’album Hotel Califano,  un disco electropop che vede il cantautore romano come cronista dell’amore vissuto da una generazione figlia dei suoi tempi, dell’avvento delle tecnologie e del cambiamento socio-culturale. All’uscita del disco segue un tour che vedrà Leo Pari sui palchi di diversi festival e i migliori club d’Italia. 

A gennaio 2019 esce il nuovo singolo Twingo, primo estratto di una serie di release che porterà Leo tra la primavera e l’estate a un nuovo tour. 

In consolle

– ARMANDO BROS. (Commercialate, Italo Dance, Trash, Trappate assurdone e tutte le canzoni meno legali del globo)

– Ricc Frost (Itpop – Indie)

VOICE: 

Mark David (Feat. Tommy Pi)