San Venanzo Festival si prepara per la 10° edizione di Rock in June

0
254

“ROCK IN JUNE CORRE A MILLE” Si conclude questa sera il Concorso Canoro giunto alla 10°Edizione “MILLE EURO”, saranno assegnati alla Band o al solista, che risulterà vincitore nella finalissima di questa sera, nel Concorso Canoro “Rock in June 2012”, giunto alla 10° Edizione. La kermesse partita martedì 19 giugno, ha visto esibirsi circa 70 gruppi, tra Bands e Solisti, nell’ambito del “San Venanzo Festival”, presso il Verde Attrezzato del popoloso quartiere spoletino. Sono passati alla finale ben otto solisti : ” Andy Gee, Eliana Valentino di Potenza, Tamburrino Umberto di Spoleto, Andrea Gioia di Orvieto, Mistral di Foligno, Davide Balestri di Roma”, Damiano Lillini di Osimo, Matteo della Schiava di Gorizia. Tra le Bands hanno passato il turno : ” Hidden Dream e i Julianderoom di Perugia, gli Absolute di Roma, i Suna di Arezzo, gli Opera Prima di Foligno, The Brand di Montefalco, The Eldar, Glory Hunter e i Supertele di Terni, i Rain of Lies, i Cheap Thrills, i Primo Passo e Mone di Spoleto, i Laika Senza Ritorno di Cerreto D’Esi, i Maybad di Pescara, i Knock Out di Modena, Joe Well di Campobasso. La rassegna canora, come abbiamo più volte avuto occasione di accennare, nata per caso su iniziativa del Presidente Paolo Sebastiani, con lo scopo di aggregare tutti quei giovani, che pur presentando talento, non avevano una ribalta per affermare le loro prerogative, ha varcato non solo i confini di quartiere, ma i confini regionali, divenendo una delle manifestazioni nazionali più attese. Quest’anno i concorrenti più lontani vengono dal Friuli, dalla Basilicata e dall’ Emilia, ma hanno macinato chilometri anche coloro che sono giunti dal Molise, dall’Abruzzo, dalle Marche e dal Lazio. Molteplici sono stati anche i gruppi regionali che hanno aderito alla manifestazione, sia dalla provincia di Perugia che da quella di Terni. Oltre ad assegnare il Premio da 1000 € al Vincitore, diversi sono i premi in palio che riguardano la possibilità di effettuare seminari presso alcune strutture dedicate del territorio umbro.Notevole plauso e stato dato all’organizzatore del Concorso “Rock in June”, Enrico Brazzini, che durante la manifestazione, dai concorrenti e dal pubblico, ha ricevuto segni di stima e di incoraggiamento. In realtà è difficile, da parte dei partecipanti, trovare una struttura così efficiente, che li segua e li accolga, valorizzando le loro performances, senza spesa alcuna. In altre realtà, per la sola iscrizione si spendono dai 300 € in su, con strutture assai più scadenti, sia dal punto di vista tecnico che organizzativo. Certamente, come spesso accade in altre realtà, non viene dato il dovuto risalto a chi cerca di fare impresa, che come Enrico Brazzini, ha saputo con le proprie forze mettere in piedi in pochi anni una struttura come l’EcoStudioGroup, che spazia dalla realizzazioni di eventi, al marketing, ed alla comunicazione. Spoleto, come per altri giovani talenti, non riesce a valorizzare i propri e compra spesso a “scatola chiusa”, ciò che spesso si dimostra una “scatola vuota”, priva di contenuti.Facile è sicuramente organizzare eventi con grandi sovvenzioni pubbliche, meno semplice ma più onorevole è organizzare una manifestazione come Rock in June, che a differenza non ha grandi risorse economiche. La quantità di pubblico che accorre non è certamente quello delle varie “sagre del vino” , ma senza alcun dubbio molti di più sono i consensi e molta di più è la soddisfazione, sia da parte dei partecipanti, che dei componenti della Pro-Loco San Venanzo che dell’EcoStudioGroup.Vogliamo concludere, che anche la stampa locale, sia online che di carta stampata, non appare del tutto attenta e sensibile nei confronti di una manifestazione, che a detta pubblicamente di molti concorrenti è introvabile in altre realtà anche più evolute e meno provinciali della nostra. Ricordando ancora una volta che la Città di Spoleto “dovrebbe” ritenersi fortunata ad ospitare quello che è diventato il 5° concorso musicale per giovani artisti a livello Italiano. Ma riusciranno I NOSTRI EROI a far si che ci sia l’Edizione 2013?Peace and Music!

LEAVE A REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.