Facile e generico dire Casentino, tanti anche troppi i castelli e i bei posti che nel suo insieme lo rendono così magico e suggestivo.
Sicuramente tra i Castelli più importanti rimane quello di Poppi con il suo castello di Conti Guidi, ma tra i più particolari non si può non citare il Castello di San Niccolò.

Il Castello fu una delle più forti roccaforti dei Conti Guidi da Battifolle e la sua storia va di pari passo con con quella della potente famiglia. Per arrivare al Castello si deve attraversare ancora oggi un ponte in pietra, ricostruito nelle sue fattezze originarie dopo essere stato distrutto durante l’ultima guerra.

Arrivati alla fortezza si può ammirare un piccolo villaggio composto da alcune case, la piccola chiesa e la bellissima Torre dell’Orologio che sovrasta tutto il paese. Il Castello è ancora ben conservato grazie soprattutto alla paziente opera di restauro dei proprietari. Un vero gioiello immerso nella natura Casentinese.

                                       Eventi e tradizioni

Castel San Niccolò è un paese di pietra, e il paese della pietra. La tradizione millenaria della lavorazione di questa materia viva, qui trova la sua culla. Così è nata anche la Mostra della Pietra lavorata una manifestazione che, ad anni alternati, mette in mostra realmente il meglio di questa lavorazione sia interna che proveniente da tutta Italia. Maestri scalpellini da generazioni, gli abitanti di Strada, oggi mantengono viva questa tradizione passandola in eredità ai giovani.