Ouverture del Corciano Festival 2015 tra arte, cultura e storia

0
425

Corciano Festival 2015

Si è svolta ieri, 8 agosto, a Corciano, l’apertura della 51ma edizione del Festival dell’Agosto Corcianese. Alla tavola rotonda, preceduta da un concerto di benvenuto della Banda Filarmonica di Corciano, erano presenti il Sindaco Cristian Betti, Maria Rita Battistacci, Presidente della Pro Loco, Francesca Duranti e Alessandra Migliorati, curatrici delle mostre d’arte e Antonio Marinelli, Presidente della Banca Credito Cooperativo Umbro. Punto fermo della presentazione, la volontà di Istituzioni e Pro Loco di collaborare, nonostante la crisi economica, ad una buona riuscita della manifestazione. Manifestazione importante in questa sua edizione “autocelebrativa” che vuol festeggiare la sua storia e, soprattutto, coloro che ne hanno fatto parte e che hanno contribuito alla realizzazione di quella che è una delle kermesse di punta estive della nostra regione.

Grande spazio all’arte che vede in scena una serie di esposizioni di giovani talenti emergenti accostate a Mostre di grandi Maestri del Novecento che si sono incrociati con il Festival negli ultimi cinquanta anni. Inoltre, in occasione dell’Expo 2015, anche Corciano si ferma a “nutrire il pianeta” e apre un filone interessante legato al “cibo”, dislocando le esposizioni lungo un percorso itinerante per le vie del borgo. Mostre che vedranno alternarsi, in parallelo, performances artistiche, letterarie e gastronomiche in collaborazione con Slow Food Condotta Trasimeno.

Altri protagonista degli appuntamenti saranno il Cinema con la tre giorni curata da Mirco Gatti e i libri con varie presentazioni tra cui, orgoglio degli organizzatori, il volume “La realtà di un sogno” che ripercorre i cinquanta anni dell’Agosto Corcianese, di Antonio Maria Pagana (16 agosto alle ore 21 in Piazza Coragino).

Fisso l’appuntamento con il teatro che quest’anno avrà però un’unica data a disposizione. Stasera, a salire sul palco in Piazza Coragino, saranno Antonio Salines e Francesca Bianco con la rocambolesca “Coppia aperta quasi spalancata” di Dario Fo e Franca Rame.

Nell’ambito delle suggestive rievocazioni storiche, dopo la Sfida degli Armigeri dello scorso anno, scende in capo il 16 agosto, il Primo Torneo dei Tamburini che accoglierà suoni e ritmi di alcune compagnie in costume storico. A fare da scenario il campo rinascimentale allestito all’ombra dei Giardini di Porta Santa Maria con la Compagnia d’Arme San Vitale di Montecchio Maggiore: mestieri e scorci di vita quotidiana per il piacere di grandi e piccini.