Questa docuserie investigativa mostra come negligenza e inganno nella produzione e commercializzazione di prodotti di consumo popolari comportino effetti disastrosi.

Quanto la globalizzazione e quanto la nostra faciloneria nell’ essere attratti dai beni di marca, dalla produzione di massa, dal consumismo, hanno permesso a delinquenti e persone senza scrupoli di mettere in commercio prodotti dannosi e pericolosi per la nostra salute?

Di questo parla Broken, la nuova docuserie resa disponibile su Netflix proprio in prossimità dello scorso Black Friday. Quattro episodi ognuno con un argomento forte da smascherare. Dalla fabbricazione di trucchi dannosi ai mobili economici, dalle problematiche legate alle sigarette elettroniche fino alla plastica. Il comune denominatore è uno solo: il rischio non dichiarato per la nostra salute. Quanti bambini sono morti a causa di mobili scadenti inclini a ribaltamento? Per non parlare dei danni ambientali derivati dalla produzione della plastica monouso?

Si prova rabbia ad ascoltare gli avvocati delle multinazionali che giustificano tali operazioni ma ancor di più si prova sgomento nello scoprire che l’onere della sicurezza è stato posto continuamente sul consumatore piuttosto che sul produttore. Una denuncia urlata a gran voce, per ricordare a tutti che il profitto, per le aziende, viene sempre prima di tutto.